Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

In V la legge per la polizia rurale

In V commissione, in sede legislativa, è stato esaminato e approvato all’unanimità il testo, previo parere favorevole della II Commissione e del Cal, della proposta di legge "Norme in materia di pianificazione comunale delle opere di manutenzione del territorio" presentata dal Gruppo M5S.

Nel corso della riunione, svoltasi in Aula consiliare, la V Commissione (Tutela dell’Ambiente e Impatto ambientale) ha fatto proprio l’articolato e l’intero testo. 

Posto in votazione, ha visto la sua approvazione all’unanimità (presenti i Gruppi del Pd, Sel e M5S).

Finalità della normativa quella di perseguire la semplificazione delle procedure di manutenzione del territorio e favorire la trasparenza nei rapporti fra i cittadini e la pubblica amministrazione, uniformando i contenuti dei regolamenti comunali di polizia rurale.

La nuova legge, costituita da sei articoli, prevede che i Comuni adottino un regolamento di polizia rurale, che individua gli obiettivi da perseguire per la tutela del territorio dal dissesto idrogeologico, della pubblica incolumità, dell’ambiente agrario e di quello non antropizzato, del decoro paesaggistico.

La Giunta regionale, entro novanta giorni dall’entrata in vigore della legge, sentita la commissione competente, adotta un regolamento tipo che definisce i requisiti minimi in relazione alla manutenzione del territorio che devono essere contenuti nei regolamenti comunali.

La legge prevede anche sanzioni amministrative per le violazioni del regolamento di polizia rurale, da un minimo di 150 euro a un massimo di 1.500.

 

dbarattin