Oltre gli Ospedali psichiatrici giudiziari

“Questi per il Piemonte sono giorni importanti: a breve aprirà i battenti la Residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza (Rems) di San Maurizio Canavese, che consentirà al Piemonte di uscire dal commissariamento e di poter finalmente ospitare nelle proprie strutture i piemontesi prosciolti che hanno commesso reato”. Lo hanno annunciato il garante regionale dei detenuti Bruno Mellano e il commissario unico del Governo per le procedure necessarie al definitivo superamento degli Ospedali psichiatrici giudiziari (Opg) Franco Corleone nella conferenza stampa convocata martedì 20 settembre a Palazzo Lascaris.

A San Maurizio Canavese verranno - infatti - accolti, prima della fine dell’anno, i 14 piemontesi attualmente detenuti nella Struttura polimodulare per Rems provvisorie di Castiglione delle Stiviere (Mn), che potranno trovare una struttura atta ad ospitarli e ad affrontare un percorso di reinserimento.

“A differenza degli ospedali psichiatrici giudiziari - ha sottolineato Corleone - le Rems sono territoriali, possono accogliere un numero chiuso di persone, rifiutano qualunque metodo di contenzione fisica o meccanica e, soprattutto, non si profilano come un ‘ergastolo bianco’, ma come un percorso a termine”.

“Il percorso verso una situazione riabilitativa è comunque ancora lungo - ha concluso Mellano - perché la Rems di San Maurizio Canavese, come quella di Bra, è provvisoria e, in tempi relativamente brevi, sarà necessario individuare le sedi definitive”.

 

I fatti in breve

  • Il 20 settembre si è svolta a Palazzo Lascaris la conferenza stampa del garante regionale dei detenuti e del commissario unico del Governo per le procedure necessarie al definitivo superamento degli Ospedali psichiatrici giudiziari (Opg).
  • A breve aprirà i battenti la Residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza (Rems) di San Maurizio Canavese, che consentirà al Piemonte di uscire dal commissariamento e di poter finalmente ospitare nelle proprie strutture i piemontesi prosciolti che hanno commesso reato.
  • Il percorso verso una situazione riabilitativa è comunque ancora lungo perché la Rems di San Maurizio Canavese, come quella di Bra, è provvisoria e, in tempi relativamente brevi, sarà necessario individuare le sedi definitive.