Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Semplificazione delle norme

L’Aula di Palazzo Lascaris ha avviato la discussione, martedì 5 luglio, sul ddl n. 210, disposizioni di riordino e di semplificazione delle norme regionali.
Dopo il passaggio in Commissione e le consultazioni online con i soggetti interessati, il provvedimento è approdato in aula per l’esame dell’articolato che riguarda diverse materie: servizi sociali, trasporto e logistica, cultura e istruzione, turismo, sport, foreste e ambiente, sanità, personale regionale.
Numerosi gli interventi dei vari gruppi consiliari. Per Daniele Valle (Pd) “è particolarmente utile che vi sia un veicolo per giungere alla revisione organica della corposa materia legislativa.  Una volta all’anno c’è l’opportunità d’intervenire in tal senso, come ad esempio per la liquidazione delle Ipab, al tema dello sci, lo sport o la sanità”.
Il M5S con il consigliere Davide Bono ha chiesto lo stralcio delle norme sulle Ipab “perché in Commissione è in discussione la legge organica per la revisione. Altro tema fondamentale è la vigilanza sanitaria su cui bisogna intervenire tempestivamente”. Vista la complessità delle materie, il capogruppo Giorgio Bertola ha proposto “la discussione per parti separate, mentre in tema di ambiente per Giampaolo Andrissi “il provvedimento è fuori tempo massimo perché il piano rifiuti prevede che tutto vada a smaltimento precisamente all’incenerimento. L’ecotassa può essere una strada importante da percorrere e una risorsa della pianificazione dello smaltimento dei rifiuti.
Gli interventi dei consiglieri Mauro Campo, Paolo Mighetti e Federico Valetti hanno trattato turismo, ambiente e trasporti.
Per il gruppo Forza Italia, con i consiglieri Massimo Berutti, Diego Sozzani e Gianluca Vignale “è singolare trattare la liquidazione delle Ipab quando c’è un provvedimento in Commissione. L’ecotassa è solo un tentativo di recupero di denaro, con la logica di colpire chi ha una certa struttura rispetto ad altri. Sulle disposizioni in materia ambientale abbiamo necessità di un confronto più approfondito”.
In conclusione è intervenuto l’assessore al Bilancio Aldo Reschigna che ha giudicato positiva la discussione su diversi temi. Sull’ecotassa ha precisato che, ai fini del bilancio regionale, non c’è nessun benefici perché il gettito di questa imposta è vincolato a materie strettamente ambientali.

fmalagnino