Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Interrogazioni discusse in Aula

Interrogazioni e interpellanze

 

Asl At e Al, sì ai doppi incarichi retribuiti?

L’assessore alla Sanità Antonio Saitta ha risposto all’interrogazione n. 902 presentata dal consigliere Gian Luca Vignale (FI) per sapere se: il conferimento di un doppio incarico da parte di due aziende sanitarie locali sia in linea con le normative vigenti;  l’incarico risponda alle esigenze di riduzione dei costi; la corresponsione di un importo pari a circa il doppio dell’indennità spettante ai direttori di dipartimento, sia giustificabile per un dirigente che governa un dipartimento articolato su un’unica struttura complessa; questa amministrazione ritenga eticamente corretta la convenzione siglata.

Saitta ha risposto che nel caso di specie si è al di fuori degli ambiti previsti dalla legge in materia di inconferibilità ed incompatibilità, perché trattasi di accordi tra aziende sanitarie, espressamente previsti dalla normativa contrattuale vigente, non essendo stata costituita un’unica struttura Sert per le due aziende, fino al termine del periodo di sperimentazione, ciascuna Asl è dotata di un proprio servizio. Finita la fase sperimentale le due Asl, con la Regione, adotteranno le soluzioni che riterranno più opportune, sia in termini di costi che di funzionalità del servizio.

 

Requisiti di accreditamento delle strutture che erogano prestazioni di assistenza protesica

L’assessore alla Sanità Antonio Saitta ha risposto all’interrogazione n. 969 presentata dal consigliere Massimo Berutti (FI) per sapere se la Giunta e l’assessore competente siano a conoscenza dell’attuale situazione e se non si ritenga opportuno attivare ogni procedura di vigilanza circa la corretta applicazione delle disposizioni vigenti.

Saitta ha risposto che la Regione ha provveduto a costituire appositi gruppi di lavoro multi professionali per meglio definire la disciplina concernente i requisiti strutturali, organizzativi e del personale che le aziende fornitrici di protesi, ortesi ed ausili devono possedere per l’erogazione dei dispositivi, requisiti vincolanti per l’inclusione nell’elenco fornitori. Si è ritenuto necessario istituire un elenco regionale dei fornitori abilitati a erogare prestazioni protesiche a garanzia del sistema di monitoraggio e vigilanza. Analogamente, un altro gruppo di lavoro sta procedendo a stabilire i criteri e modalità per prestazioni ortoprotesiche, in particolare per forniture di scarpe e plantari.

 

 

Interrogazioni a risposta immediata

 

Sull’esempio di quanto avviene in Parlamento, accanto alle tradizionali interrogazioni e interpellanze, si è aggiunta la discussione delle interrogazioni a risposta immediata, prevista dall’art. 100 del Regolamento interno dell’Assemblea regionale.

 

Situazione sanitaria Giovanni Bosco (To)

L’assessore alla Sanità Antonio Saitta ha risposto all’interrogazione n. 1014 sulla situazione igienico- sanitaria del presidio ospedaliero San Giovanni Bosco di Torino, presentata dal consigliere Marco Grimaldi (Sel).                                               

“Abbiamo già affrontato più volte - ha affermato l’assessore – la questione delle gare per i servizi, soprattutto in merito alla situazione in oggetto. Attualmente siamo in un passaggio delicato, con il codice degli appalti appena pubblicato che introduce nuovi cambiamenti rispetto al passato, soprattutto per quanto concerne i servizi. D’ora in poi, quindi, si procederà per gare centralizzate. Nello specifico è necessario sottolineare che sono già state richieste e programmate azioni per garantire servizi adeguati ai pazienti”.

 

Buoni spesa per alimenti senza glutine

L’assessore alla Sanità Antonio Saitta ha risposto all’interrogazione n. 1015 sul passaggio alla nuova gestione informatica dei buoni spesa per l’acquisto di alimenti senza glutine, presentata dal consigliere Andrea Appiano (Pd).                                                                                   

“La possibilità - ha dichiarato l’assessore – di utilizzare la tessera sanitaria o carta regionale dei servizi per l’accreditamento degli importi relativi all’erogazione dei prodotti per celiaci è possibile solo ed esclusivamente attraverso le tessere dotate di chip. Tale tipologia è in fase di distribuzione ai residenti della Regione. Si prevede che entro l’anno la totalità degli assistiti del Piemonte verrà dotata di tale strumento. Ogni esercizio commerciale che intende attivarsi per l’erogazione dei prodotti per l’assistenza ai celiaci, dovrà dotarsi di apposita strumentazione informativa per accedere al processo”.

 

Treno del mare

L’assessore ai Trasporti Francesco Balocco ha risposto all’interrogazione n. 1016 sul ripristino del treno del mare, tratta ferroviaria Biella-Albenga per le domeniche del periodo estivo, presentata dal consigliere Valter Ottria (Pd).                                               

“Per quanto riguarda l’interrogazione in oggetto - ha evidenziato l’assessore – va precisato che a Trenitalia non è sufficiente la richiesta di ripristino del treno, poiché è necessario un contributo economico che ad oggi la Regione non può sostenere. Essendo una tratta commerciale non è escluso che in futuro si possa ricorrere a ipotesi alternative, come bandi e gare, per garantire la ripresa del servizio”.

 

Cava di Cerano (No)

L’assessore alle Attività produttive Giuseppina De Santis ha risposto all’interrogazione n. 1017 sul passaggio della cava di prestito Satap spa di Cerano al regime di cava ordinaria, presentata dal consigliere Domenico Rossi (Pd).                                               

“La decisione in merito al passaggio da cava di prestito a cava ordinaria - ha evidenziato l’assessore – si decide al termine dei lavori della Conferenze di Servizi quale sintesi dell’espressione di una pluralità di soggetti che ne hanno preso parte. Non trova riscontro l’applicazione dell’articolo 7 della legge regionale 68/1978 in merito alla rilevanza del materiale da estrarre per l’economia regionale, per quanto considerato nella stessa interrogazione. Non risulta, quindi, che la Satap abbia in corso o in programma di revisionare, per modifica delle esigenze dell’opera pubblica, la cava”.

 

Sostegno malati Sla

L’assessore alle Politiche sociali Giorgio Ferrari per conto dell’assessore alla Sanità Antonio Saitta, ha risposto all’interrogazione n. 1018 sul sostegno ai malati di Sla, presentata dalla consigliera Stefania Batzella (M5S).                                               

“La delicata questione sulla Sla - ha evidenziato l’assessore – è all’attenzione della Regione da diversi anni. Fin dal 2009, infatti, il Piemonte ha individuato nel fondo nazionale per la non-autosufficienza una somma destinata ai malati di Sla, finalizzata al sostegno, attraverso assegni di cura. La quota è stata concordata con tutte le associazioni dei malati di Sla. Il prossimo 4 maggio, inoltre, è previsto un incontro per chiedere alle Asl piemontesi di individuare il livello di gravità dei soggetti in lista di attesa e risolvere in mondo concreto il problema delle liste stesse”.

 

Movicentro Moncalieri (To)

L’assessore alle Opere pubbliche Alberto Valmaggia ha risposto all’interrogazione n. 1020 sulla situazione del Movicentro di Moncalieri, presentata dal consigliere Giorgio Bertola (M5S).                                                

“All’argomento oggetto dell’interrogazione - ha evidenziato l’assessore – è già stata data risposta il 4 ottobre 2014, pertanto si ribadisce che l’area posta tra il fascio dei binari ferroviari e l’autostrada Torino-Savona non è il Movicentro di Moncalieri. Quest’ultimo è stato realizzato nella piazza antistante la Stazione. La Regione non può pertanto intervenire su un’area privata data in gestione al Comune di Moncalieri e concessa con apposito atto sottoscritto tra le parti”.

droselli