Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Donato al Consiglio quadro di Aloiym

Il giornalista, autore ed editore umoristico Dino Aloi ha donato al Consiglio regionale, giovedì 7 aprile, un’opera del padre Giuseppe Giovanni Aloi, in arte Aloiym, quale riconoscimento del profondo legame che ha unito il pittore alla città e al Piemonte.

Con il presidente e i vicepresidenti dell’Assemblea regionale e i familiari di Aloi, hanno preso parte alla cerimonia il critico d’arte Angelo Mistrangelo e il gallerista Giorgio Marosi.

“La donazione - ha spiegato Aloi - è motivata dal fatto che il Consiglio regionale è solito accogliere contributi artistici nella sua preziosa collezione e ha il privilegio di valorizzarli attraverso l’esposizione nella sua prestigiosa sede, mettendo a disposizione della collettività un importante patrimonio del territorio”.

“Per il momento - ha sottolineato il presidente - il quadro verrà provvisoriamente collocato nei miei uffici per far sì che possa essere ammirato dalle classi, dai gruppi e dai cittadini che prendono parte alle visite guidate a Palazzo Lascaris”.

L’opera, datata 1992, s’intitola “Vortici d’amore n. 6”, è realizzata in tecnica mista su tela e misura 70 centimetri per 70.

Scomparso a Torino nel 2009, Giuseppe Giovanni Aloi è stato un pittore sperimentatore e, attraverso una lunga carriera, ha sempre mantenuto salde le radici con la propria terra.

I fatti in breve

  • La cerimonia si è svolta giovedì 7 aprile a Palazzo Lascaris.
  • L’opera, datata 1992, s’intitola “Vortici d’amore n. 6”, è realizzata in tecnica mista su tela e misura 70 centimetri per 70.
  • La donazione è motivata dal fatto che il Consiglio regionale è solito accogliere contributi artistici nella sua preziosa collezione e ha il privilegio di valorizzarli attraverso l’esposizione nella sua prestigiosa sede, mettendo a disposizione della collettività un importante patrimonio del territorio.