Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Vent'anni di Consulta delle elette

“1946-2016: settant’anni di voto alle donne, di lotte e di conquiste nel nome dei diritti e della parità. E vent'anni dall'approvazione della legge costitutiva della Consulta regionale delle elette, testimone e protagonista attiva di cambiamenti e da sempre attenta all'affermazione dei diritti". Con queste parole il presidente del Consiglio regionale Mauro Laus ha aperto, martedì 8 marzo a Palazzo Lascaris, la conferenza stampa di presentazione delle attività della Consulta, per il 2016.

Con il presidente sono intervenuti la presidente e le vicepresidenti della Consulta Stefania Batzella, Angela Motta e Valentina Caputo, la vicepresidente dell'Assemblea Daniela Ruffino, delegata ai rapporti con le Consulte, e l'assessora alle Pari opportunità Monica Cerutti.

La conferenza stampa ha costituito l’occasione per mostrare in anteprima il videomessaggio, realizzato dalle tredici consigliere regionali che compongono l’Ufficio di presidenza della Consulta, che verrà proiettato mercoledì 9 marzo alle 10.30 in 13 sale cinematografiche del Piemonte per introdurre la visione del film Suffragette di Sarah Gavron. L'iniziativa, realizzata in collaborazione con la Consulta Agiscuola Piemonte e Valle d'Aosta, è riservata agli studenti delle scuole secondarie di I e II grado per rievocare la battaglia per il voto alle donne combattuta negli anni Venti del Novecento dall’attivista politica inglese Emmeline Pankhurst.

Le consigliere Batzella, Motta e Caputo hanno illustrato alcune delle attività messe in campo dalla Consulta per i prossimi mesi, a cominciare dall'incontro di sabato 14 maggio, nel corso del Salone del Libro, della psichiatra e scrittrice marocchina Rita El Khayat, dall'emanazione di un bando di concorso per le scuole secondarie piemontesi di I e II grado per la realizzazione di un video sul lungo cammino verso la parità e la proiezione della pellicola Il mio nome è Malala di Davis Guggenheim nelle strutture carcerarie della regione e all'Istituto minorile Ferrante Aporti di Torino.

"In collaborazione con le altre Consulte e con la Giunta regionale - hanno sottolineato la vicepresidente Ruffino e l’assessora Cerutti - verranno confermati appuntamenti ormai tradizionali come i percorsi di formazione per amministratrici locali e potenziati progetti di contrasto all'anoressia, alla bulimia, all'Aids e alla violenza".

Al termine dell’incontro le attrici Valentina Aicardi e Silvia Freda hanno interpretato brani tratti dallo spettacolo Donne, dell’associazione Tedacà, dedicato al percorso dell’emancipazione femminile lungo il Novecento italiano, che la Consulta proporrà il 17 marzo al teatro Don Bosco di Cuneo, il 24 marzo al teatro Bellarte di Torino, il 1° aprile alla Casa del teatro di Asti e il 29 aprile a Palazzo Ferrero di Biella.

All’incontro erano presenti, tra gli altri, i consiglieri Andrea Appiano, Enrica Baricco e Silvana Accosato.

I fatti in breve

  • Presentate le iniziative della Consulta regionale delle Elette per il 2016.
  • Mercoledì 9 marzo 13 sale cinematografiche piemontesi proietteranno la pellicola "Suffragette" di Sarah Gavron per gli studenti delle scuole secondarie piemontesi.
  • A Torino, Asti, Biella e Cuneo verrà rappresentato lo spettacolo teatrale "Donne" sulla storia dell'emancipazione femminile in Italia.  

Dichiarazioni

“1946-2016: settant’anni di voto alle donne, di lotte e di conquiste nel nome dei diritti e della parità. E vent'anni dall'approvazione della legge costitutiva della Consulta regionale delle elette, testimone e protagonista attiva di cambiamenti e da sempre attenta all'affermazione dei diritti", Mauro Laus, presidente del Consiglio regionale. 

Link associati

Contatti