Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Lavori in Commissione, 3 febbraio

La IV per il contrasto alla violenza di genere, le Ipab e il recupero dei medicinali

La Commissione Sanità, presieduta dal consigliere Domenico Ravetti, ha terminato l’esame e licenziato, a seguito dell’espressione del parere legislativo del Comitato per la qualità della normazione e del parere tecnico finanziario della I Commissione, il disegno di legge n. 142, “Interventi di prevenzione e contrasto della violenza di genere per il sostegno alle donne vittime di violenza ed ai loro figli", presentato per la Giunta regionale dall’assessora alle pari opportunità Monica Cerutti. Il provvedimento approderà in Aula nella seduta di martedì 9 gennaio e verrà illustrato dai relatori di maggioranza Valentina Caputo (Pd) e di minoranza Stefania Batzella (M5S), Maurizio Marrone (FdI) e Daniela Ruffino (FI).

La Commissione ha poi svolto le prime determinazioni in merito al disegno di legge n. 193, “Riordino del sistema delle istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza”, presentato dalla Giunta regionale, e della proposta di legge n. 60 “Recupero, restituzione, donazione ai fini del riutilizzo di medicinali in corso di validità, ripresentata dai consiglieri Mario Giaccone (Chiamparino per il Piemonte) e Alfredo Monaco (Scelta di rete civica). Per entrambi i provvedimenti sono state previste consultazioni on line con gli enti interessati, che si concluderanno il 29 febbraio.

ctagliani

 

La III per la copianificazione e la tutela del suolo

La II Commissione (Urbanistica e Trasporti) presieduta dalla consigliera Nadia Conticelli, ha espresso parere favorevole a maggioranza dei presenti sulla proposta di regolamento della Giunta in merito alla disciplina di copianificazione e tutela del suolo.

Nel corso dell’illustrazione l’assessore all’Ambiente, Alberto Valmaggia, ha evidenziato che il progetto prevede, in particolare, l’introduzione di norme che regolano lo strumento della Conferenza di copianificazione, il cui obiettivo è lo snellimento dell’iter delle varianti inserite nei piani regolatori.

È stata inoltre sottolineata l’importanza della Conferenza come ausilio semplificato soprattutto per i Comuni, per la rapida risoluzione di alcuni aspetti critici legati all’attuazione delle norme sulla tutela del suolo.

La proposta sarà quindi inviata al Consiglio delle autonomie locali (Cal), per l’espressione di parere, nella convocazione prevista per mercoledì 10 febbraio.

Il dibattito è poi proseguito con la programmazione dei lavori, proposta dalla Giunta, in merito alle misure di salvaguardia del Piano paesaggistico regionale, adottato nel maggio 2015.

In seguito alla pubblicazione del Piano, sono pervenute numerose osservazioni, in particolare sull’uso del suolo e sulla riqualificazione di aree svantaggiate.

Prima della fase di confronto con il Ministero dei Beni paesaggistici, e quindi della conclusione dell'iter del Piano stesso, la Giunta propone alla Commissione di procedere gradualmente alla valutazione delle osservazioni suddivise in tre aree tematiche (discussione della prima e seconda parte del Catalogo dei beni e norme di attuazione).

La proposta viene condivisa e nelle prossime sedute sarà delineata la calendarizzazione dei lavori.

droselli