Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Libri in movimento

Far circolare i libri anziché le persone: la Biblioteca della Regione Piemonte entra a far parte del nuovo servizio di circolazione libraria, offerto gratuitamente ai cittadini. È stato siglato il Protocollo d’intesa tra il Consiglio regionale e il Sistema bibliotecario dell’area metropolitana di Torino (Sbam), rappresentato dal Comune di Beinasco.

Sbam, istituito nel 2004, per un’area che comprende 35 Comuni e circa 800mila abitanti, prevede una collaborazione delle strutture aderenti, per la realizzazione di progetti volti al miglioramento dei servizi di lettura. Senza necessità di spostarsi, i lettori possono infatti scegliere un libro presente in una delle 59 biblioteche civiche del Sistema e ritirarlo presso la sede desiderata. Chi si rivolge allo Sbam ha a disposizione un patrimonio di un milione e mezzo di volumi, giornali, cd, videocassette e dvd disponibili presentando la tessera Bibliocard.

Con questo accordo la Biblioteca della Regione diventa l’unica sede aderente allo Sbam collocata sul territorio del Comune di Torino, e offre dunque il proprio catalogo (specialmente i testi di carattere amministrativo, giuridico, di storia e cultura piemontese) ai cittadini di area torinese.

All’incontro sono intervenuti Maurizio Piazza, sindaco di Beinasco, Laura Pompeo, assessore alla Cultura del Comune di Moncalieri ed   Elena Piastra, vicesindaco di Settimo Torinese, oltre ai tecnici Eugenio Pintore, dirigente regionale ed Enzo Borio, responsabile Sbam-Ovest.

I fatti in breve

  • Siglato Protocollo d’intesa tra Consiglio regionale e Sistema bibliotecario dell’area metropolitana di Torino (Sbam), rappresentato dal Comune di Beinasco.
  • La Biblioteca della Regione diventa l’unica sede aderente allo Sbam collocata sul territorio del Comune di Torino.
  • Senza necessità di spostarsi, i lettori possono scegliere un libro presente in una delle 59 biblioteche civiche del Sistema e ritirarlo presso la sede desiderata.

Dichiarazioni

  • “Con questo accordo la nostra biblioteca ha l’opportunità di ampliare, ai cittadini di tutti i comuni aderenti allo Sbam, l’accesso al prestito di un patrimonio di oltre 50mila volumi, e allo stesso tempo consente la consultazione di un vastissimo patrimonio documentale. La cooperazione, con il Comune di Beinasco, la cui biblioteca è stata individuata come Polo d’Area per l’espletamento dei compiti relativi al servizio di circolazione libraria, dà il via a un’importante iniziativa che ci auguriamo offrirà ai cittadini un accesso all’informazione e alla cultura sempre più ampio e completo”, ha dichiarato Mauro Laus, presidente del Consiglio regionale.

  • “L’obiettivo che il Consiglio regionale persegue da anni è quello di valorizzare il grande patrimonio culturale piemontese, soprattutto attraverso un’implementazione del prestito digitale, rispondendo in maniera sempre più efficace alle esigenze e alle richieste dei cittadini”, ha affermato Gabriele Molinari, consigliere segretario.

Link associati