Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Premio Piemonte Mese

Il Premio Piemonte Mese, organizzato da nove anni dall'associazione culturale Piemonte Mese, è rivolto ai giovani tra i 18 e i 35 anni che possono concorrere con articoli inediti, scritti in lingua italiana, su argomenti legati al Piemonte. Lo scopo è favorire l'affermazione di nuove voci e linguaggi della divulgazione sul Piemonte.

La cerimonia, aperta dal saluto del presidente del Consiglio regionale Mauro Laus, è stata condotta da Lucilla Cremoni, presidente dell'associazione Piemonte Mese, alla presenza di Alberto Sinigaglia, presidente dell'Ordine dei Giornalisti del Piemonte.

Alla nona edizione del premio sono stati presentati 193 articoli, di cui 119 per la sezione Cultura e 74 per quella dedicata a Enogastronomia, Economia, Ambiente. Oltre ai premi per i primi tre classificati per ogni sezione (che consistono in 500, 300, 150 euro ciascuno), sono state assegnate 8 menzioni d’onore e 26 menzioni ordinarie. 

I primi tre classificati per la sezione Cultura sono: Federico Carle, che ha scritto un testo su "Franco Martinengo, il designer-pittore cugino del Papa", Vanessa Righettoni "La Reggia e il digitale. La vita delle opere d'arte rivelata da una app", Piervittorio Formichetti "Quel piemontese di don Rodrigo".

Per la sezione Enogastronomia, Economia, Ambiente: Andrea Di Salvo "SatisFactory. Quando la tecnologia diventa inossidabile", Maria Anna Bertolino "Come ti reinvento un luogo. L'architettura alpina da patrimonio a risorsa", Alberto Quintavalla "Il Po. Il grande fiume per una grande regione".

Il Premio Piemonte Mese è sostenuto da Banca Carige, Coldiretti Torino e Consiglio regionale del Piemonte, con il patrocinio dell'Ordine dei Giornalisti.

 

Dichiarazioni

"Siamo lieti di ospitare ormai da diversi anni nella nostra sede il premio Piemonte Mese - ha detto il presidente Laus -. Favorire la piccola editoria e valorizzare il territorio sono funzioni che rientrano a pieno titolo nei nostri compiti istituzionali, in questo caso siamo anche felici di sostenere una iniziativa che si rivolge in particolare ai giovani che intendono impegnarsi nel campo del giornalismo. A loro vanno i nostri migliori auguri perchè il giornalismo è la chiave della libertà di espressione".

Link associati