Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Lavori in Commissione, 4 dicembre

Il nuovo ospedale del Vco

L’edilizia sanitaria territoriale ha costituito il tema di dibattito nella quarta Commissione, riunitasi venerdì 4 dicembre sotto la presidenza di Domenico Ravetti e alla presenza dell’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta.

Lo stesso assessore è ritornato sul un percorso intrapreso che, entro il medio periodo, dovrebbe consentire di mettere in movimento risorse per almeno 400 milioni di euro destinate anche all’edilizia sanitaria e a rafforzare in modo considerevole l’assistenza territoriale e domiciliare. La  programmazione punta a valorizzare le tante eccellenze della sanità, ma soprattutto a garantire ai piemontesi un servizio sanitario che fermi l’emorragia di mobilità passiva verso altre regioni.

In particolare il dibattito si è concentrato sull’Asl TO5 ma soprattutto sul Vco.

Saitta ha spiegato come a fine novembre ci sia stata la firma  del protocollo d’intesa per la costruzione del nuovo ospedale unico dell’Azienda sanitaria locale del Verbano Cusio Ossola.  Il passo successivo è l’esame del tavolo di monitoraggio a Roma.

Il protocollo è stato siglato dal presidente della Giunta regionale Sergio Chiamparino con i sindaci di Verbania, Domodossola, Omegna, Ornavasso e il direttore generale dell’Asl Vco, Giovanni Caruso.

L’assessore Saitta ha ribadito la volontà di arrivare quanto prima ad un accordo di programma nel rispetto del cronoprogramma fissato dal protocollo: entro quattro mesi la Regione dovrà predisporre il quadro esigenziale e funzionale del nuovo ospedale mentre il Comune di Ornavasso dovrà individuare l’area sulla quale realizzare la struttura; nei successivi sei mesi l’Asl Vco dovrà predisporrà lo studio di fattibilità sulla base del quale verrà poi predisposto l’accordo di programma.

 

Prosegue l’esame della variazione del bilancio

Nella seduta della prima Commissione - oggi presieduta dal vice  Gian Luca Vignale - è proseguito l’esame del disegno di legge sulla variazione al bilancio di previsione 2015 e al bilancio pluriennale 2015-2017 con le  relative disposizioni finanziarie.

Esaurita nella riunione precedente la discussione generale, si è provveduto alla presentazione degli emendamenti che insistono sui vari capitoli.

Al momento attuale sono 154, dei quali circa 130 recano la forma dei consiglieri di Forza Italia, mentre i rimanenti sono stati iscritti dalla Giunta.

Il consigliere Davide Bono ha annunciato che anche il gruppo consiliare del M5S provvederà al deposito di un “pacchetto” di emendamenti nei termini stabiliti.