Interrogazioni discusse in Aula

Interrogazioni a risposta immediata

Sull’esempio di quanto avviene in Parlamento, accanto alle tradizionali interrogazioni e interpellanze, si è aggiunta la discussione delle interrogazioni a risposta immediata, prevista dall’art. 100 del Regolamento interno dell’Assemblea regionale.

Azioni a tutela della carne piemontese

L’assessore all’Agricoltura Giorgio Ferrero ha risposto all’interrogazione n. 733 presentata dalla consigliera Maria Chiapello (Moderati) per sapere quali provvedimenti intende prendere la Regione per tutelare l’immagine di uno dei settori più importanti della nostra economia e il serio lavoro dei nostri produttori.

Ferrero ha risposto che vige un quadro normativo comunitario forte e innovativo con tre livelli di autorità competenti a garanzia della sicurezza alimentare: il Ministero, le Regioni e le Asl. La Regione ha funzioni di programmazione, indirizzo tecnico, coordinamento e verifica nei confronti delle Asl attraverso i dipartimenti di prevenzione che applicano il piano regionale integrato di sicurezza alimentare.

 

Riposo minimo garantito nelle aziende sanitarie piemontesi

L’assessore all’Agricoltura Giorgio Ferrero ha risposto, per conto dell’assessore alla Sanità Antonio Saitta, all’interrogazione n. 734 presentata dal consigliere Alfredo Monaco (Scelta civica) per sapere se le consistenze organiche ed i tetti di spesa sono congrui con interventi integrativi rispetto a quanto già assegnato all’azienda, in modo da non causare l’inevitabile contrazione dei servizi sanitari alla popolazione piemontese e se anche per il personale delle aziende sanitarie piemontesi sono stati adeguatamente valutati.

Ferrero ha risposto che la legge ha sancito l’abrogazione di due norme derogatorie della normativa comunitaria in tema di orari di lavoro, determinando per le Asl la necessità di rivedere la propria organizzazione compresi i turni del personale. La stessa normativa prevede che la continuità nell’erogazione dei servizi debba essere garantito mediante una più efficiente allocazione delle risorse disponibili senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica. La Regione ha ottenuto dal Ministero dell’Economia e Salute una modifica del piano di rientro consentendo lo sblocco totale del turn-over del personale sanitario.

 

Contrazione organico di Auchan e ampliamento ipermercato di corso Romania (To)

L’assessore al Commercio Giuseppina De Santis ha risposto all’interrogazione n. 735 presentata dalla consigliera Francesca Frediani (M5S) per richiedere le motivazioni che hanno indotto la Regione a deliberare l’ampliamento della localizzazione commerciale di corso Romania, a fronte dell’evidente contraddizione tra gli investimenti espansivi dell’ipermercato e al sua politica di riduzione del personale.

De Santis ha risposto che la Giunta, sulla base delle risultanze tecniche della Conferenza dei Servizi, unitamente alla Città metropolitana e al Comune di Torino, hanno approvato l’ampliamento tenuto conto dell’impatto sulla viabilità e ambiente, con un provvedimento collegato alla variante urbanistica.

 

Cessione da parte di FinPiemonte Partecipazioni SpA della partecipazione azionaria in Terme di Acqui Spa

L’assessore ai Rapporti con società a partecipazione regionale Giuseppina De Santis ha risposto all’interrogazione n. 736 presentata dal consigliere Federico Valetti (M5S) per sapere a quanto ammonteranno gli utili percepiti da FinPiemonte Partecipazioni SpA nei prossimi esercizi finanziari in relazione all’alienazione

De Santis ha risposto che l’operazione di vendita delle Terme di Acqui (Al) in capo a FinPiemonte SpA non è da considerarsi conclusa e che ai fini patrimoniali il valore ammonterebbe a circa 21 milioni di euro. Si tratta, in definitiva, di una aggiudicazione provvisoria di circa 16milioni e mezzo di euro. Risulta prematuro parlare di utili anche se l’impegno della Regione va nella direzione della realizzazione di un programma di sviluppo del settore del turismo termale piemontese.

 

Addetti alle pulizie dell’Asl To2?

Il vice-presidente della Giunta regionale Aldo Reschigna ha risposto, per conto dell’assessore alla Sanità Antonio Saitta, all’interrogazione n. 737 presentata dalla consigliera Claudia Porchietto (Fi) per conoscere quali azioni intenda adottare per ripristinare l’ordine sanitario degli ambienti e garantire la corretta applicazione delle norme sugli appalti, il rispetto degli impegni assunti in fase di aggiudicazione e l’attuazione delle norme contrattualistiche che tutelano i lavoratori infase di cambio appalto.

Reschigna ha risposto che sono stati richiesti dettagli nel merito al direttore generale dell’Asl To2 che ha confermato l’aggiudicazione, con un ribasso del 44% rispetto alla base d’asta, dell’appalto per un valore di oltre 14 milioni di euro. Sono in atto trattative con le ditte appaltatrici per definire e dirimere aspetti relativi al capitolato.

 

Mancato pagamento dei fondi Usr/Miur 2013-2014 alle scuole dell’infanzia paritarie

L’assessore all’Istruzione Giovanna Pentenero ha risposto all’interrogazione n. 738 presentata dal consigliere Francesco Graglia (Fi) per conoscere entro quali tempi, nei casi in cui ancora non si sia proceduto, soprattutto con riferimento alla provincia di Cuneo, si intenda erogare i fondi destinati alle scuole dell’infanzia paritarie, per l’anno 2013/2014.

Pentenero ha risposto che nella giornata del 2 novembre sono stati firmati i mandati di pagamento relativi all’oggetto dell’interrogazione e che entro il termine di una settimana saranno accessibili sui rispettivi conti correnti.

 

Locomotori fermi e accesi per tutta la notte ad Acqui Terme e Novi Ligure (Al)

L’assessore all’Agricoltura Giorgio Ferrero ha risposto, per conto dell’assessore ai Trasporti Francesco Balocco, all’interrogazione n. 739 presentata dal consigliere Valter Ottria (Pd) per sapere quali interventi intenda adottare nei confronti di Trenitalia per risolvere definitivamente il problema causa di disturbo alla quiete pubblica e di danni alla salute dei cittadini interessati.

Ferrero ha risposto che, sentita la competente struttura di Rfi, è stato comunicato che a seguito delle ripetute segnalazioni pervenute anche dal Comune di Acqui (Al), la stessa Rfi ha richiesto l’intervento dell’Arpa Piemonte, la quale ha provveduto ad effettuare le opportune misurazioni e rilevazioni fonometriche. Si è in attesa della trasmissione delle risultanze dei rilievi, comunicando la propria disponibilità a procedere prontamente ad adottare gli opportuni provvedimenti.

 

Futuro dell’ippodromo di Vinovo (To)

L’assessore allo Sport Giorgio Ferrero ha risposto all’interrogazione n. 740 presentata dal consigliere Andrea Appiano (Pd) per sapere quali azioni intenda adottare nei confronti del Ministero competente al fine di ottenere il riequilibrio nella distribuzione delle corse ippiche sul territorio nazionale e garantire il futuro dell’ippodromo di Vinovo e dei suoi lavoratori.

Ferrero ha risposto che l’assessorato non ha al proprio interno un settore specificatamente dedicato a tale attività che risulta ibrida rispetto a molteplici competenze. L’assessorato si è attivato, promuovendo due incontri con la società Hippogroup torinese Spa, per comprendere le dinamiche del settore e le sue criticità. Si è provveduto a fissare un appuntamento urgente tra Ministero e società di gestione dell’impianto affinché si possano, per tempo, definire le corse che saranno autorizzate nel corso del 2016.

 

dbarattin