Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Per il 4 Novembre

A cento anni di distanza, anche il Consiglio regionale del Piemonte ha voluto rievocare la Grande Guerra per farne comprendere, soprattutto nelle scuole, lo sviluppo e il significato per l’Europa di oggi.

Lo ha fatto con un video di respiro europeo, prodotto dall’Ufficio stampa, intitolato “La Grande Guerra 1915-1918”, e pubblicato in occasione della significativa data del 4 Novembre; fa parte della serie “Piemonte Memoria” di CrpTv, la social tv dell’Assemblea regionale del Piemonte.

L’opera contiene preziosi materiali d’archivio e una rigorosa ricostruzione della vita nelle trincee, il tutto spiegato e commentato da storici del calibro di Gianni Oliva e Alessandro A. Mola.

Sono inclusi anche i contributi dell’ex ministro della Difesa Valerio Zanone e del generale dell’Esercito italiano Paolo Bosotti.

L’Europa intera per 1599 giorni  si trovò travolta da un conflitto sconvolgente, diverso da tutti quelli che lo avevano preceduto, nel quale consumò tutte le energie che aveva a disposizione bruciando un’intera generazione. Dal Piemonte rurale alle trincee di guerra: anche la nostra regione offrì il suo contributo in termini di vite umane.

Si pensi solo che sono quattro miliardi le missive vistate dall’ufficio censura dell’Esercito italiano; quattro miliardi di lettere: saluti, suppliche, rimproveri, addii, baci, lacrime, raccomandazioni, sentimenti che i soldati italiani scambiarono con le loro famiglie e che ora sono documento eccezionale ed unico del fronte che dal confine con la Svizzera arrivava al mare Adriatico.

I fatti in breve

  • Il Consiglio regionale del Piemonte ha voluto rievocare la Grande Guerra per farne comprendere, soprattutto nelle scuole, lo sviluppo e il significato per l’Europa di oggi.
  • Lo ha fatto con un video di respiro europeo, prodotto dall’Ufficio stampa, intitolato “La Grande Guerra 1915-1918”; fa parte della serie “Piemonte Memoria” di CrpTv, la social tv dell’Assemblea regionale del Piemonte.
  • Il video riporta le interviste agli storici Gianni Oliva e Alessandro A. Mola. Sono inclusi anche i contributi dell’ex ministro della Difesa Valerio Zanone e del generale dell’Esercito italiano Paolo Bosotti.

 

 

Link associati