Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Biodiversità in mostra all'Urp

“Biodiversità delle praterie alpine” è il titolo della mostra inaugurata lunedì 27 luglio, nella Sala incontri dell’Ufficio relazioni con il pubblico del Consiglio regionale (Urp) a Torino.

L’esposizione è realizzata in collaborazione con il Museo regionale di Scienze naturali di Torino, l’Istituto di Scienze dell’atmosfera e del clima del Consiglio nazionale delle Ricerche, i parchi nazionali del Gran Paradiso e dell’Orsiera-Rocciavré.

I visitatori possono ammirare un centinaio di immagini fotografiche dedicate alla natura alpina e alla complessa rete di rapporti che caratterizza gli ecosistemi e le strategie utilizzate da piante e animali per affrontare le difficoltà associate all’ambiente di alta montagna.

Attraverso l’esempio delle praterie, viene infatti proposto un approccio “ecologico”, che privilegia la presentazione dei meccanismi che regolano la dinamica degli ecosistemi , rendendo possibile la diversità degli organismi viventi.

La mostra, visitabile nei locali dell'Urp (via Arsenale 14/g), fino a martedì 1° settembre osserverà i seguenti orari: da lunedì a giovedì 9-13 e 14-16; venerdì 9-13. Da sabato 15 a domenica 23 agosto, inoltre, Palazzo Lascaris e tutte le sedi del Consiglio regionale saranno chiuse per la pausa estiva.

 

I fatti in breve

  • Inaugurata all'Urp la mostra "Biodiversità delle praterie alpine".
  • L’esposizione è realizzata in collaborazione con il Museo regionale di Scienze naturali di Torino, l’Istituto di Scienze dell’atmosfera e del clima del Consiglio nazionale delle Ricerche, i parchi nazionali del Gran Paradiso e dell’Orsiera-Rocciavré.
  • La mostra, visitabile fino a martedì 1° settembre, osserverà i seguenti orari: da lunedì a giovedì 9-13 e 14-16; venerdì 9-13. Da sabato 15 a domenica 23 agosto, inoltre, Palazzo Lascaris e tutte le sedi del Consiglio regionale saranno chiuse per la pausa estiva.

Dichiarazioni

  • "La mostra è frutto di una grande sinergia tra enti, per valorizzare il patrimonio delle praterie alpine occidentali. In particolare si è focalizzata l'attenzione non solo sulla bellezza dei nostri paesaggi, ma anche sui problemi legati al riscaldamento globale delle montagne, che coinvolgono direttamente flora e fauna", ha dichiarato Paola Casagrande, direttore del settore Promozione Cultura, turismo e sport della Regione.

Link associati