Liberate Nadiya Savchenco

Il Consiglio regionale del Piemonte ha approvato oggi a maggioranza un ordine del giorno per sollecitare la liberazione di Nadiya Savchenco, pilota militare delle forze armate ucraine catturata il 17 giugno 2014 in Ucraina centrale da militanti filo-russi. La pilota militare, nata a Kiev l’11 maggio 1981, è accusata di favoreggiamento nell’omicidio di due giornalisti che però sono stati uccisi successivamente alla sua cattura.

Prima firmataria del documento la consigliera Enrica Baricco (vicepresidente Comitato Diritti Umani), promotrice dell’iniziativa Silvja Manzi, componente esperto del Comitato Diritti Umani della Regione Piemonte. Il documento è stato presentato in aula dal consigliere segretario Gabriele Molinari, anch’esso componente del Comitato.

Il 26 ottobre 2014 Nadiya Savchenco è stata eletta nel Parlamento dell’Ucraina ed è divenuta membro delle delegazione ucraina all’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa e per questo gode dell’immunità.

L’ordine del giorno, sottoscritto dai consiglieri di tutte le forze politiche presenti in Consiglio regionale, chiede di trasmettere il documento approvato alle massime cariche del Governo italiano affinché “sollecitino l’alto rappresentante dell’Unione Europea per gli Affari esteri, Federica Mogherini a mettere in atto tutti gli sforzi necessari a garantire la soluzione del caso Savchenco”.

I fatti in breve

  • Chiede al governo russo di liberare la donna, pilota militare dell'Ucraina, catturata nel giugno 2014
  • Dal 26 ottobre Nadiya Savchenco è parlamentare ucraina
  • A sostegno della campagna #FreeSavchenco

Dichiarazioni

“Nonostante le cariche ricoperte, il lunghissimo sciopero della fame a cui si è sottoposta per dimostrare la sua innocenza – dichiara la consigliera Enrica Baricco – e i numerosi appelli rivolti alla Russia in suo aiuto da numerosi rappresentanti dell’Unione Europea, degli Usa, dell’Onu, della Croce Rossa internazionale e di moltissimi cittadini che hanno sostenuto la mobilitazione internazionale #FreeSavchenco, la parlamentare ucraina è ancora prigioniera dei russi”.

Link associati