Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

L’agricoltura argentina e il Piemonte

Il Piemonte e l’Argentina, due terre legate a filo doppio dall’emigrazione e il cui dialogo può essere alimentato anche dalla figura di Papa Bergoglio. Così, in occasione della visita del Santo Padre a Torino per l’Ostensione della Sindone, l’associazione Argentino Italiana Piemonte, ha organizzato una serie di iniziative volte a conoscere meglio il grande Paese sudamericano dove vivono oltre 6 milioni di cittadini d’origine piemontese.

Presso la sede del Consiglio regionale del Piemonte, si è svolta il 19 giugno la conferenza “Principali attività agricole argentine, importanza commerciale, realtà locale e compatibilità con il territorio e l’ambiente”. A far gli onori di casa, il vicepresidente dell’Assemblea subalpina Daniela Ruffino e a spiegare i settori dell’enologia, agronomia, zootecnia e apicoltura, i professori Vincenzo Gerbi, Luca Battaglini, Carlo Grignani e Peter John Mazzoglio. Il presidente dell’associazione Josè Luis Minati ha moderato il dibattito, mentre hanno portato il saluto dell’Università di Torino il prof. Franco Prono, e dell’Accademia di Agricoltura di Torino il presidente Pietro Piccarolo.

L'Argentina è uno dei primi paesi al mondo per produzione agricola e per allevamento, in particolare dei bovini. I principali prodotti agricoli sono la soia, il mais, il frumento.  Per quanto riguarda l’allevamento, l'Argentina è uno dei maggiori esportatori mondiali di carne bovina e ovina.

dtomatis

gmonaco

I fatti in breve

  • Presentate le “Principali attività agricole argentine, importanza commerciale, realtà locale e compatibilità con il territorio e l’ambiente”.
  • L'iniziativa è stata organizzata dall’associazione Argentino Italiana Piemonte, con la partecipazione dell'Università di Torino e dell’Accademia di Agricoltura di Torino.

Link associati