Pride, 27 giugno per i diritti civili

Il 27 giugno Torino ospita la nona edizione del Pride.
L'edizione 2015, dal titolo “Orgoglio e pregiudizi”, è un momento di gioia e inclusione rivolto a tutta la cittadinanza che coinvolge ogni anno diverse decine di migliaia di persone.
Da quest'anno il Consiglio regionale patrocina e sostiene la manifestazione e ha ospitato, mercoledì 17 giugno la conferenza stampa di presentazione a cui hanno partecipato il presidente del Consiglio Mauro Laus, l'assessora alle Pari Opportunità del Comune di Torino Ilda Curti, la consigliera delegata ai Diritti sociali della Città Metropolitana Lucia Centillo, il presidente della Circoscrizione 4 di Torino Claudio Cerrato e il coordinatore del Torino Pride Alessandro Battaglia.
Il Coordinamento Torino Pride, organizzatore della manifestazione, ha scelto la data di sabato 27 giugno 2015, Giornata mondiale dell'orgoglio LGBT. In contemporanea, su tutto il territorio italiano, quindici città si mobiliteranno per l'Onda Pride e reclameranno il riconoscimento dei diritti civili, senza discriminazione per orientamento sessuale e identità di genere.
La manifestazione prenderà il via alle 16 da piazza Statuto per poi attraversare il centro città fino in piazza Vittorio
Tra le novità di quest'anno, la partecipazione per la prima volta della banda della Polizia Municipale di Torino, storica formazione nata nel 1979, che accompagnerà la manifestazione con brani tipici del repertorio e composizioni da concerto.
Grazie all'adesione di Gtt, dalla prossima settimana verrà posizionata la locandina della manifestazione sui mezzi pubblici in superficie e il video promozionale del Pride verrà proiettato sugli schermi della metropolitana.
In ultimo è arrivata l'adesione di Uisp Torino al coordinamento, segno del legame più che mai attuale tra attività sportive e diritti civili.

Il coordinamento Torino Pride, membro di Ilga Europe (l’organizzazione internazionale non governativa che riunisce 422 realtà LGBTQI di 45 paesi europei), è costituito dalle associazioni Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender operanti sul territorio della Regione Piemonte, insieme a realtà non LGBT impegnate nel sostegno dei valori della laicità, del rispetto delle differenze. Progetta e organizza iniziative politiche, sociali e culturali sul tema dei diritti delle persone LGBT, a difesa della loro identità e dignità e per il superamento di ogni forma di pregiudizio e discriminazione legati all'orientamento sessuale e all'identità di genere.

Dichiarazioni

Mauro Laus, presidente del Consiglio regionale del Piemonte: "Ho un legame speciale con il Pride e i suoi organizzatori, un rapporto costruito nel tempo con reciproco entusiasmo che ha conosciuto momenti per me davvero intensi, come la celebrazione dei matrimoni simbolici qualche anno fa o il sostegno a campagne di sensibilizzazione affinché i diritti previsti dal nostro ordinamento diventino un giorno diritti di tutti. Considero il patrocinio concesso dal Consiglio regionale all’edizione 2015 una concreta testimonianza dell’impegno che intendiamo mettere, ciascuno per la sua parte, allo scopo di ottenere una società più equa, più accogliente, più sensibile alle istanze di tutela e di garanzia provenienti dai suoi cittadini. Il carattere festoso e a tratti irriverente del Pride è qui, come nel resto del mondo, la cifra di un evento che vuole parlare alla comunità intera, ma estremamente serio e rispettoso è il messaggio che porta con sé e che chiede di essere ascoltato".

Alessandro Battaglia, coordinatore del Torino Pride: "È una bella notizia avere tutte le istituzioni al nostro fianco. Da anni rivendichiamo parità dei diritti che in Italia sono negati. In Senato è in discussione il ddl Cirinnà, che ha ricevuto alcune migliaia di emendamenti da discutere. Anche se dovesse passare il provvedimento, il nostro paese sarebbe comunque indietro di 25 anni rispetto ai paesi più avanzati. Per questo il Torino Pride, così come tutti i Pride d'Italia, sono purtroppo ancora indispensabili. La liberta di pensiero ed espressione viene usata contro le nostre rivendicazioni da troppo tempo, è ora di essere veramente liberi".
 

Link associati

Contatti

con.testi + 39 011 5096036 - ufficiostampa@torinopride.it
Maurizio Gelatti + 39 3477726482 – Carola Messina +39 3334442790 – Riccardo Zucaro +39 3470606422