Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Legge su medicina non convenzionale

Nel 2013 la Conferenza Stato-Regioni ha approvato l'Accordo sui criteri e le modalità per la formazione e l’esercizio  dell'agopuntura, della  fitoterapia e dell'omeopatia da parte dei medici chirurghi, degli odontoiatri, dei medici veterinari e dei farmacisti.
Successivamente il ministero della Salute, nel luglio 2014, ha pubblicato una circolare contenente note esplicative dell'Accordo stesso che ha rappresentato, in materia di discipline mediche non convenzionali, un grande passo in avanti.
Il Consiglio regionale ha approvato, nella seduta di martedì 16 giugno, la proposta di legge n.50 “Modalità di esercizio delle medicine non convenzionali” - primo firmatario Mario Giaccone (Chiamparino per il Piemonte) - che recepisce l’accordo e promuove l'istituzione, presso gli Ordini professionali provinciali dei medici chirurghi e degli odontoiatri, di elenchi di professionisti qualificati dal punto di vista della formazione.
“Un provvedimento importante - ha commentato Giaccone - perché mette il cittadino in condizione di scegliere come curarsi”.
“Nel nostro movimento ci sono posizioni contrastanti”, ha spiegato il relatore di minoranza Mauro Campo (M5S). “Rileviamo criticità nell'esclusione di medicine non convenzionali e su antroposofica e omotossicologia sotto omeopatia”.
Contrario al provvedimento Davide Bono (M5S), con riferimento particolare alla direttiva europea e al ruolo delle medicine omeopatiche, anche se “la direzione che si è presa in Piemonte è una tra le più azzeccate”.
Il provvedimento prevede l’istituzione, presso   gli   ordini   professionali   dei   medici   chirurghi   ed odontoiatri, dei medici veterinari e dei farmacisti, degli elenchi dei professionisti che esercitano le medicine non convenzionali, ne definisce le modalità di iscrizione a titolo informativo e specifica il percorso formativo per l’accesso.
Durante il dibattito sono intervenuti i consiglieri Paolo Allemano e Nino Boeti (Pd) e Alfredo Monaco (Scelta Civica).

(foto Wikipedia)