Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Interrogazioni discusse in Aula

Riduzione tratte del trasporto pubblico locale della Val Sangone
L’assessore ai Trasporti Francesco Balocco ha risposto all’interrogazione n. 497, presentata dalla consigliera Daniela Ruffino (Forza Italia), sulla riduzione delle tratte del trasporto pubblico locale in Val Sangone.
Balocco ha premesso che l’Agenzia per la mobilità piemontese non è ancora in attività e dunque le competenze sul trasporto pubblico locale sono ancora in capo alle Province, nel caso in questione la Città Metropolitana. L’assessore ha poi spiegato che la Città Metropolitana, interpellata, ha comunicato che, nell’ambito della riorganizzazione in atto del trasporto su gomma avviata lo scorso 4 maggio su tutta l’area,  i criteri utilizzati sono stati innanzitutto la soppressione o l’accorpamento delle linee ad attività ridotte, delle corse scarsamente utilizzate, senza penalizzare le linee che compiono servizi scolastici. “Stiamo monitorando – ha concluso Balocco – le riorganizzazione e, in caso di penalizzazione dei servizi, apriremo un confronto con la Città Metropolitana”.

Chiusura temporanea della linea Asti-Acqui Terme
L’assessore ai Trasporti Francesco Balocco ha risposto all’interrogazione n. 495, presentata dal consigliere Federico Valetti (Movimento 5 Stelle), sulla chiusura temporanea della linea Asti-Acqui Terme.
Balocco ha risposto che l’intervento è giustificato dalla necessità di eseguire lavori urgenti per la messa in sicurezza della linea, del valore di 1 milione di euro, e che la sospensione del servizio sarà relativamente breve, dal 6 luglio al 9 agosto. L’assessore ha inoltre sottolineato che i lavori dovrebbero ridurre i rallentamenti della linea e che i disagi saranno limitati perché le scuole sono chiuse e i dati di frequentazione presentano valori modesti.

Sospensione estiva del servizio con infermiere a bordo
L’assessore alla Sanità Antonino Saitta ha risposto all’interrogazione n. 493, presentata dal consigliere Alfredo Monaco (Scelta Civica per Chiamparino), e all’interrogazione n.498, presentata dalla consigliera Angela Motta (Pd) sulla riduzione della presenza degli infermieri su alcune ambulanze nel periodo estivo.
“A fine aprile – ha sottolineato Saitta – il direttore del dipartimento 118 ha comunicato il piano di ridefinizione dell’operatività dei mezzi di soccorso sul territorio regionale per il periodo estivo, provvedimento di carattere temporaneo per consentire al personale in servizio di fruire delle ferie obbligatorie e limitare l’eccessivo straordinario”. L’assessore ha annunciato che, con lo sblocco delle assunzioni disposto con delibera del 25 maggio con priorità massima nell’area dell’emergenza territoriale e ospedaliera, sarà consentita la totale e definitiva copertura delle postazioni delle aree interessate a far data dal mese di luglio. Saitta ha infine garantito che, per il mese di giugno, saranno valutate tutte le possibili soluzioni transitorie per la copertura del servizio.

Fallimento Rotoalba e salvaguardia occupazionale
L’assessore al Lavoro Gianna Pentenero ha risposto all’interrogazione n. 494, presentata dal consigliere Mauro Campo (Movimento 5 Stelle), sul fallimento delle Rotoalba e la salvaguardia occupazionale.
L’assessore ha risposto che lo scorso 22 maggio è stato sottoscritto presso l’assessorato al Lavoro un verbale per la richiesta di cassa integrazione straordinaria per crisi aziendale, che ha modificato una precedente richiesta dell’azienda di cassa per ristrutturazione. Pentenero ha spiegato che in questo modo, qualora il ministero revocasse la precedente richiesta, i lavoratori sarebbero in ogni caso tutelati poiché l’esame congiunto modificherebbe solo la causale della richiesta di cassa integrazione e non ne pregiudicherebbe i presupposti.

Monitoraggio adeguamento strutture del Gradenigo
L’assessore alla Sanità Antonio Saitta ha risposto all’interrogazione n. 496, presentata dal consigliere Davide Bono (Movimento 5 Stelle), sul monitoraggio dell’adeguamento delle strutture dell’ospedale Gradenigo.
Saitta ha risposto che i lavori di messa a norma delle strutture risultano eseguiti, mentre restano aperti gli interventi di ampliamento e ristrutturazione, il cui termine è previsto per il 2017. L’assessore ha poi garantito che raccoglierà tutte le informazioni necessarie per una più puntuale risposta, che i tempi stretti dell’interrogazione a risposta immediata non hanno consentito.