Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

La settimana in Commissione

 

I Commissione (Programmazione e Bilancio)

La Commissione non si è riunita questa settimana.

 

II Commissione (Pianificazione territoriale e Urbanistica)

Tassisiti e forme alternative di trasporto con conducente 

Nella seduta del 21 maggio la Commissione, presieduta dalla consigliera Nadia Conticelli, si è riunita in sede legislativa per esaminare la pdl n. 109 per la razionalizzazione dell’utilizzo di servizi di trasporto pubblico locale non di linea e delle nuove tecnologie al fine di agevolare l’incontro tra domanda e offerta e la pdl n. 117 per il contrasto dell’abusivismo. Entrambi i testi si prefiggono di modificare la legge regionale generale sui servizi di trasporto pubblico non di linea su strada (24/1995).

Nel corso dei lavori, svoltisi nell’Aula di Palazzo Lascaris e ai quali ha partecipato l’assessore regionale ai Trasporti, Francesco Balocco, diversi interventi hanno concordato sulla impellente necessità di disciplinare il settore, viste anche le proteste delle organizzazioni che rappresentano i tassisti i quali si sentono in difficoltà di fronte a queste nuove forme alternative di trasporto.

Con voto a maggioranza la Commissione, chiuso il dibattito generale (concernente entrambe le proposte), ha rinviato l’esame degli articolati alla prossima seduta.

I lavori della Commissione sono proseguiti, in seduta ordinaria, per un approfondimento sulla questione di legittimità costituzionale sollevata dal Tar Piemonte in merito all’articolo 12, comma 3, della legge regionale n. 22/2006 “Norme in materia di trasporto di viaggiatori effettuato mediante noleggio di autobus con conducente”. L’assessore Balocco, che ha brevemente delineato la complessità della situazione, ha chiesto di poter svolgere ulteriori approfondimenti tecnico-giuridici, al fine di poter svolgere nelle prossime sedute una completa relazione alla Commissione.

abruno

 

III Commissione (Montagna e Turismo)

Garanzia Giovani e sostegno all'offerta turistica

La Commissione, presieduta dal consigliere Raffaele Gallo, il 20 maggio si è riunita in seduta congiunta con la VI Commissione, presieduta dal consigliere Daniele Valle, per fare il punto sul progetto "Garanzia Giovani", nato nell'aprile 2014. L'assessore all'Istruzione e al Lavoro Gianna Pentenero ha illustrato i primi dati del progetto, che ha lo scopo di intercettare un flusso di circa 17mila ragazzi l'anno (tra i 16 e i 22 anni) che, concluso il percorso di studi, non hanno ancora un lavoro. Dai dati emerge che circa 5.500 giovanni hanno utilizzato i servizi connessi alla ricerca di un lavoro, 3.400 sono stati assunti o impiegati in un tirocinio, 2.400 ragazzi tra i 15 e i 18 anni hanno iniziato un percorso di formazione professionale, 274 giovani sono stai inseriti nel Servizio Civile nazionale. Il tipo di contratto più utilizzato è quello relativo al lavoro interinale (somministrazione), seguono poi i contratti a tempo determinato, l'apprendistato, il tirocinio ed altri tipi di contratto, compreso quello a tempo indeterminato. Finora si sono iscritti al portale di Garanzia Giovani 27.643 ragazzi.

Il 21 maggio la Commissione ha inoltre espresso all'unanimità parere preventivo favorevole in merito alla proposta di delibera della Giunta regionale per l'approvazione del Programma annuale degli interventi 2015 - Fondo rotativo - a sostegno dell'offerta turistica. Il documento, illustrato per la Giunta dall'assessore al TurismoAntonella Parigi, prevede l'istituzione di un bando per favorire lo sviluppo, il potenziamento e la qualificazione dell'offerta turistica piemontese attraverso la creazione di nuove strutture ricettive e il miglioramento di quelle esistenti, degli impianti e delle attrezzature per il turismo. La dotazione finanziaria di base della misura è pari a 14,6 milioni di euro.  

fcalosso

ctagliani

 

IV Commissione (Sanità e assistenza)

Esercizio delle medicine alternative

La Commissione, presieduta dal consigliere Domenico Ravetti, nella seduta del 20 maggio ha svolto il dibattito generale sulla proposta di legge n. 50, “Modalità di esercizio delle medicine non convenzionali”, presentata dal consigliere Mario Giaccone (Chiamparino per il Piemonte).

Un argomento assai delicato dato che nei precedenti tentativi (l.r. n.25/2002, n.19/2004 e n.32/2006) il Governo aveva sempre impugnato i provvedimenti e la Corte costituzionale li aveva sempre dichiarati illegittimi.

Questa volta si tratta, oltre che applicare la direttiva europea, di dar corso all'accordo della Conferenza permanente tra lo Stato e le Regioni su “Criteri e modalità per la certificazione di qualità della formazione e dell’esercizio dell’agopuntura, della fitoterapia e dell’omeopatia da parte dei medici chirurghi, degli odontoiatri, dei medici veterinari e dei farmacisti”. In questo modo ci si prefigge di colmare il vuoto legislativo denunciato da anni dai professionisti operanti nel campo delle medicine non convenzionali.

Da un sondaggio Istat del 2013 è emerso che in Italia il ricorso all’utilizzo delle medicine non convenzionali è pari all’8,2% della popolazione. Tra le diverse medicine la più diffusa è l’omeopatia (4,1%), seguita dalla fitoterapia (1,9%) e dall’agopuntura (1%) .

Oltre il presentatore, sono intervenuti diversi consiglieri del gruppo M5S e del Pd e, seppur con svariate sfaccettature, hanno tutti concordato sull’utilità della norma che applica una direttiva europea e tutela l’autonomia di scelta del paziente.

Chiuso il dibattito generale, sentiti i vari gruppi, il presidente Ravetti ha stabilito che mercoledì, alla prossima seduta, si proseguirà con l’esame dell’articolato in modo che questa settimana ci sia tempo, per chi intendesse farlo, di presentare eventuali emendamenti.

 

V Commissione (Tutela dell'ambiente e Protezione civile)

Prosegue la discussione sulle aree protette

Nelle giornate del 18, 19 e 21 maggio è proseguito in Commissione, presieduta dalla consigliera Silvana Accossato,  l’esame in merito al disegno di legge sul riordino del sistema di gestione delle aree protette regionali e sulle nuove norme in materia di Sacri Monti.

Il provvedimento modifica la legge regionale n. 19 del 2009, Testo unico sulla tutela delle aree naturali e della biodiversità.

Continua a lievitare il numero degli emendamenti presentati e il pacchetto più consistente, ben 110, porta la firma del M5S.

Sui 22 articoli del ddl ora insistono 403 emendamenti, dei quali una quarantina della Giunta regionale, circa 140 del gruppo M5S e i rimanenti sottoscritti dai consiglieri di FI.

Durante i lavori sinora svolti, sono stati approvati nove articoli.

mbocchio

droselli


VI Commissione (Cultura e Istruzione)

Progetto Garanzia Giovani

La Commissione, presieduta dal consigliere Daniele Valle, il 20 maggio si è riunita in seduta congiunta con la III Commissione, presieduta dal consigliere Raffaele Gallo, per fare il punto sul progetto "Garanzia Giovani", nato nell'aprile 2014.