Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Psichiatria senz’anima?

Un punto di partenza di un percorso di condivisione delle istanze e delle proposte di tutti i soggetti che si occupano, a vario titolo, di psichiatria: è l’obiettivo del convegno “Psichiatria senz’anima? Restituire dignità e valore alle persone in una sanità che sta morendo di economia”, presentato a Palazzo Lascaris.

Organizzato dalle più importanti associazioni di familiari e utenti, tra cui l’Associazione per la Difesa degli Ammalati psichici Onlus (Di.A.Psi. Piemonte) e l’Associazione per la Lotta contro le malattie mentali (ALMM), il convegno si terrà venerdì 29 maggio presso il Centro Incontri della Regione Piemonte (Torino, corso Stati Uniti 23) ed è patrocinato da Regione Piemonte, Città di Torino, Unione Nazionale delle Associazioni per la Salute Mentale (Unasam) e Unione Associazioni Italiane per la Salute Mentale (Fisam).

“Partiremo da un’analisi della normativa, nazionale e regionale, e dell’organizzazione dei servizi residenziali territoriali piemontesi – hanno spiegato in conferenza stampa Barbara Bosi, presidente ALMM e Graziella Gozzellino, presidente Diapsi – con l’obiettivo di definire insieme, dal basso, politiche sanitarie partecipate e condivise, per favorire la costruzione di buone prassi per la salute mentale e superare la frammentazione e la contrapposizione che spesso hanno caratterizzato, in questi anni, il lavoro in psichiatria. Vogliamo aprire la strada al reciproco ascolto e confronto per una buona sanità e per il benessere di pazienti, familiari e operatori del settore. Il convegno è aperto a tutti i cittadini, non solo coloro che sono direttamente interessati da questo problema, perché la salute mentale è un tema che sta a cuore a tutti”.

“Questo convegno – è intervenuto Nino Boeti, vicepresidente del Consiglio regionale, che ha portato il saluto del Consiglio regionale a tutte le associazioni presenti alla conferenza stampa – arriva nel momento giusto. Come noto, la Regione dal 2007 è sottoposta ai vincoli del piano di rientro, dal quale contiamo di uscire al più presto possibile. Dopo aver concentrato gli sforzi sulla riorganizzazione della rete ospedaliera, oggi stiamo discutendo proprio di medicina territoriale e del rapporto con i medici di base. Il nostro obiettivo è quello di costruire un percorso condiviso affinché, in un quadro economico definito, si offra ai pazienti un servizio sanitario di qualità”. 

Alla conferenza stampa erano presenti la consigliera regionale Francesca Frediani (M5S), rappresentanti di diverse associazioni e rappresentanti dell’Alleanza delle Cooperative Italiane, Settore sociale del Piemonte, che collabora all’organizzazione del convegno, insieme alla Federazione Nazionale delle Strutture Comunitarie Psicosocioterapeutiche (FENASCOP).

I fatti in breve

  • Presentato a Palazzo Lascaris il convegno “Psichiatria senz’anima? Restituire dignità e valore alle persone in una sanità che sta morendo di economia”.
  • L'incontro, che si terrà venerdì 29 maggio presso il Centro Incontri della Regione Piemonte, vuole essere un punto di partenza di un percorso di condivisione delle istanze e delle proposte di tutti i soggetti che si occupano, a vario titolo, di psichiatria.
  • Organizzato dalle più importanti associazioni di familiari e utenti, tra cui l’Associazione per la Difesa degli Ammalati psichici Onlus (Di.A.Psi. Piemonte) e l’Associazione per la Lotta contro le malattie mentali (ALMM), è patrocinato da Regione Piemonte, Città di Torino, Unione Nazionale delle Associazioni per la Salute Mentale (Unasam) e Unione Associazioni Italiane per la Salute Mentale (Fisam).