Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

I marchi che hanno fatto la storia

"Impegno e dovere di ogni politico e di ogni istituzione che rappresenta il territorio, è promuovere e posizionare la propria regione. La memoria dei prestigiosi brand piemontesi, che sono le eccellenze del nostro territorio, è rievocato nello splendido volume realizzato dall'Ansa con l'eccezionale contributo dell'Archivio storico della Camera di commercio di Torino. Un'importante stimolo per guardare al futuro, sapendo quanto radicate siano le eccellenze agroalimentari piemontesi".

Con queste parole il presidente del Consiglio regionale, Mauro Laus, ha aperto la presentazione del volume "L'agroalimentare in Piemonte. I brand che hanno fatto la storia". A presentare il volume c'erano Mariangela Ravasenga, responsabile dell'Archivio storico della Camera di commercio di Torino, Giannetto Baldi, responsabile Ansa-sedi regionali, Alessandro Galavotti, responsabile Ansa Piemonte, e Domenico Tomatis, direttore della Comunicazione dell'Assemblea regionale.

Per preparare la pubblicazione, come detto da Ravasenga, "si è dovuto fare una scelta nella infinita schiera di marchi piemontesi". Sono stati selezionati dall'archivio storico alcuni tra i brand del settore agroalimentare registrati tra il 1926 e il 1955, disegni, brevetti e denominazioni che hanno scandito la storia dell'economia locale, ma anche l'evoluzione grafica e psicologica della comunicazione.

"Il vero merito è della ricchezza del territorio piemontese" ha affermato Baldi. "Abbiamo potuto fare questo lavoro - ha detto Galavotti - perchè siamo l'unica testata giornalistica a rappresentare con completezza e grande approfondimento il territorio di tutta la Penisola".

Corollario al volume una app, a giorni disponibile sia per Apple che per Android, ed una bellissima mostra che sarà inaugurata a Palazzo Lascaris giovedì 21 maggio, per poi essere istallata a Palazzo affari-Camera di commercio di Torino.