Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Castelli, dame e uomini d'arme

Al terzo piano della manica ottocentesca della Castiglia, a Saluzzo, è visitabile il Museo ella Civiltà cavalleresca. Un percorso multimediale che conduce alla scoperta del Marchesato di Saluzzo, delle vicissitudini dei Ludovico e dei Tommaso, ma anche di Margherita di Foix e di Griselda. Un viaggio nella storia e nella società cavalleresca e cortese del Marchesato, con Saluzzo al centro di una fitta rete di relazioni tra poteri civili e religiosi.

Il Consiglio regionale, tra gli appuntamenti del Salone, ha ospitato anche la presentazione della "Guida al Museo della civiltà cavalleresca. Il Marchesato di Saluzzo e l’Europa", pubblicata dalla Società per gli Studi Storici, Archeologici e Artistici della provincia di Cuneo.

L'incontro è stato aperto dall'intervento di Alessandro Barbero dell'Università degli Studi del Piemonte Orientale. I contenuti della pubblicazione sono stati illustrati dai curatori, Rinaldo Comba dell'Università degli Studi di Milano e presidente della Società per gli Studi Storici, Archeologici e Artistici della provincia di Cuneo e Massimiliano Caldera della Soprintendenza Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte. Ha moderato Domenico Tomatis direttore Comunicazione istituzionale del Consiglio regionale.

Il Museo si articola in 11 sale, ognuna delle quali è dedicata a un aspetto o un momento significativo della società cavalleresca e cortese del Marchesato, presentando uno o più personaggi chiave: 1) Nel mondo della cavalleria; 2) Nascita di un principato; 3) Monache, ecclesiastici e uomini d’arte; 4) Griselda: il mito di una marchesa; 5) Tommaso III: il marchese sfortunato; 6) Donne dei Saluzzo fuori dal mito; 7) Ludovico I: il tutore della pace; 8) Ludovico II: il principe-condottiero; 9) La zecca dei Saluzzo; 10) Una nuova immagine del Marchesato; 11) Fine di un sogno.

 

I fatti in breve

  • Il Museo della Civiltà cavalleresca, nel nuovo allestimento multimediale, presenta, alla luce della storia europea, i tratti salenti dell'identità culturale espressa dai Marchesi di Saluzzo
  • È ospitato al terzo piano della manica ottocentesca della Castiglia di Saluzzo
  • Si articola in 11 sale, ognuna delle quali è dedicata a un aspetto o un momento significativo della società cavalleresca e cortese del Marchesato, presentando uno o più personaggi chiave

Link associati