Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Fondo Ue: 3 miliardi per la scuola

Nell’Aula del Consiglio regionale una giornata formativa dedicata a un nuovo fondo europeo per la scuola, una grande opportunità per la qualificazione del sistema dell’istruzione. Gestito dal Miur, il Programma operativo nazionale Pon “Per la scuola - competenze e ambienti per l’apprendimento” mette a disposizione 3 miliardi di euro per il periodo 2014-2020.

L’iniziativa formativa è stata organizzata dall’associazione Asso Edu, Associazione nazionale tecnologie digital media per l’educazione, in collaborazione con la Consulta europea del Consiglio regionale, con interventi di Daniela Ruffino, vicepresidente del Consiglio regionale e delegata alla Consulta, Stefano Ghidini, presidente di Asso Edu, Antonio Bove, docente dell’Itc Gallo di Aversa (Ce) e project manager, e Rossella Gobbo, responsabile marketing e comunicazione Asso Edu. Altissima la partecipazione, centocinquanta tra personale della scuola e degli enti locali al mattino e altrettanti al pomeriggio per due sessioni alternative di formazione.

Il Pon scuola costituisce una novità per le regioni del centro-nord, in quanto il fondo era già attivo in quelle del sud. Il programma, sulla base dell'esperienza del periodo 2007-2013, finanzia misure contro l'abbandono scolastico precoce e per il miglioramento della qualità dell'istruzione, promuovendo al contempo la sicurezza, la qualità e l'efficienza energetica delle infrastrutture scolastiche. Con riferimento alla classificazione regionale della politica di coesione europea, alle regioni “più sviluppate” sono destinati 714 milioni di euro, a quelle “meno sviluppate” 2.100 milioni e a quelle “in transizione” 193 milioni. A seconda delle capacità di utilizzo, nel corso della programmazione saranno possibili redistribuzioni tra le differenti aree geografiche.

Si tratta di un programma plurifondo, che interessa il Fondo sociale europeo Fse per 2,16 miliardi e il Fondo europeo di sviluppo regionale Fesr per 800 milioni. 11 obiettivi tematici, dieci per istruzione e formazione, uno per capacità tecnica e formativa.

È imminente l’emanazione delle circolari da parte del Miur, le prime sulla parte infrastrutturale sono attese già per maggio 2015. Dalla pubblicazione, le scuole hanno 30 giorni di tempo per presentare le proposte.

Giuliana Turroni

I fatti in breve

  • Gestito dal Miur, il Programma operativo nazionale Pon “Per la scuola - competenze e ambienti per l’apprendimento” mette a disposizione 3 miliardi di euro per il periodo 2014-2020.
  • L’iniziativa formativa è stata organizzata dall’associazione Asso Edu, Associazione nazionale tecnologie digital media per l’educazione, in collaborazione con la Consulta europea del Consiglio regionale
  • Il programma, sulla base dell'esperienza del periodo 2007-2013, finanzia misure contro l'abbandono scolastico precoce e per il miglioramento della qualità dell'istruzione,

Link associati