Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

34° Concorso di storia contemporanea

Premiazione ufficiale a Palazzo Lascaris, nella mattinata di mercoledì 13 maggio, per i 128 vincitori della 34° edizione del Progetto di storia contemporanea rivolto agli studenti piemontesi, indetto dal Comitato Resistenza e Costituzione del Consiglio regionale in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale. 

Ventinove di loro, accompagnati dagli insegnanti, sono già partiti per la Bosnia Erzegovina, per visitare alcuni luoghi simbolo del conflitto nell’ex Jugoslavia a quasi vent’anni dal genocidio di Srebrenica. Sono gli studenti dell’Istituto “Maria Immacolata” di Pinerolo (To), del liceo “Avogadro” e dell’ Ipc “Lanino” di Vercelli, dell’Ips “Alfieri” di Asti e del Liceo “Cavalieri” di Verbania. Sul canale Medium del Consiglio regionale del Piemonte, gli studenti hanno pubblicato, giorno per giorno, un diario di bordo con i racconti, le emozioni, le riflessioni del viaggio alla scoperta del conflitto nei Balcani.

Il progetto, avviatosi nel 1981,  ha visto quest’anno l’adesione di 748 studenti delle scuole superiori piemontesi: 39 a titolo individuale e 709 suddivisi in gruppi tra cinque e sette studenti. Le scuole coinvolte sono state 51 in tutta la regione.

Nella scelta dei tre temi proposti gli studenti si sono così suddivisi: il 54% ha scelto la prima traccia (il significato legato ai luoghi della memoria), il 14,3% la seconda (le nuove forme di democrazia legate alla partecipazione e all’uso dei social network) e, infine, il 31,7% l’ultima (la Bosnia, cuore di un’Europa dimenticata e principale teatro delle guerre balcaniche degli anni novanta).

Gli altri due viaggi previsti avranno come mete il confine orientale italiano con la visita alla risiera di San Sabba e alla foiba di Basovizza, l’Austria con visita al campo di sterminio di Mauthausen e al memoriale di Gusen.

Link associati