Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Formazione europea


Foto del comunicato stampa

Approfondire le modalità di progettazione dei finanziamenti europei e ampliare le conoscenze sulle opportunità offerte dall’Unione, al territorio piemontese. Questo l’obiettivo del corso di formazione organizzato dalla Consulta regionale europea, in collaborazione con il Centro di iniziativa sull’Europa (Cie).
Il ciclo di incontri, rivolto ad amministratori e funzionari degli enti locali piemontesi, si è aperto giovedì 9 aprile nella sala consiliare del Comune di Poirino (To). Gli appuntamenti, gratuiti, proseguiranno giovedì 16 e 23 aprile dalle 17 alle 20, con l’analisi delle tecniche di progettazione e la realizzazione di un laboratorio pratico sul tema dei bandi europei.
“Lo scenario della nuova programmazione 2014-2020 - ha dichiarato Daniela Ruffino, presidente della Consulta - costituisce una grande opportunità creata a sostegno delle politiche comunitarie i cui ambiti interessano, in particolare, ambiente, ricerca, occupazione, trasporti e competitività. Le procedure di programmazione delle gare, in cui la concorrenza proveniente da tutta Europa è sempre più numerosa, richiede un alto livello di competenze specifiche che il corso si propone di offrire”.
Prosegue, quindi, l’impegno della Consulta nelle attività di sensibilizzazione e partecipazione attiva non solo dei cittadini e ma anche degli amministratori, promuovendo idee e progetti per la costruzione di un’Europa sempre più unita e democratica.

droselli

I fatti in breve

  • Inaugurato giovedì 9 aprile il ciclo di incontri gratuiti organizzato dalla Consulta europea.
  • Dedicato agli amministratori locali, il corso di formazione ha l'obiettivo di approfondire le opportunità offerte dall'Ue.
  • I prossimi incontri sono previsti giovedì 16 e 23 aprile dalle 17 alle 20 presso il Comune di Poirino (To).

Dichiarazioni

“Lo scenario della nuova programmazione 2014-2020 costituisce una grande opportunità creata a sostegno delle politiche comunitarie i cui ambiti interessano, in particolare, ambiente, ricerca, occupazione, trasporti e competitività. Le procedure di programmazione delle gare, in cui la concorrenza proveniente da tutta Europa è sempre più numerosa, richiede un alto livello di competenze specifiche che il corso si propone di offrire” ha dichiarato Daniela Ruffino, presidente della Consulta europea.

Link associati

Contatti

0115757913 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Seguici su twitter @crpiemonte
Seguici su facebook @crpiemonte