Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Visita al carcere Lorusso e Cutugno

Foto del comunicato stampa L’Ufficio di presidenza della Consulta regionale dei Giovani, presieduta dal componente dell’Ufficio di presidenza delegato Alessandro Benvenuto, con il Garante dei detenuti Bruno Mellano, si è recato venerdì 27 marzo in visita all’Istituto penitenziario Lorusso e Cutugno di Torino.

Accolta dal direttore dell’Istituto Domenico Minervini e accompagnata dal vicedirettore Francesca D’Acquino, la delegazione ha visitato la sezione femminile, soffermandosi nei laboratori di sartoria e di cucito, la sezione maschile e il forno, in cui alcuni detenuti preparano il pane per gli ospiti dell'istituto e per la vendita all'esterno.

“Attualmente - ha sottolineato Minervini - ospitiamo 1.264 detenuti, di cui circa 300 inseriti in progetti di lavoro alle dipendenze del carcere o presso cooperative. Il lavoro è fondamentale per offrire ai detenuti l’opportunità di migliorare le proprie competenze professionali e reinserirsi più facilmente nella società al termine della pena”.

“Secondo stime ufficiali - ha evidenziato Benvenuto - ogni dieci detenuti che hanno avuto occasione di sviluppare e arricchire la propria professionalità e di abituarsi agli orari e ai ritmi di lavoro,  solo tre hanno fatto ritorno in carcere. Il lavoro è uno strumento fondamentale per abbattere il rischio di recidiva”.

“Da quando i fondi dell’Ufficio ammende non sono più impiegati per finanziare progetti lavorativi - ha concluso Mellano - è diminuito sensibilmenteil numero di detenuti che può accedere al lavoro. Urge trovare nuove forme e nuove risorse per non perdere un’occasione tanto importante per il reinserimento lavorativo dei detenuti”.

ctagliani