Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Lavori in Commissione, 24 marzo

Foto del comunicato stampa La Corte dei Conti potrebbe spostarsi, dall’attuale sede di via Roma a Torino, nel palazzo di proprietà della Regione Piemonte in via Principe Amedeo, oggi sede dell’assessorato all’Ambiente. “Esiste un interesse da parte dello Stato su questo immobile – ha spiegato l’assessore al Bilancio Aldo Reschigna, intervenendo in prima Commissione del Consiglio regionale – per questo non abbiamo ancora deciso se metterlo in vendita o meno. In ogni caso, è chiaro che la Corte dei Conti pagherà un affitto a prezzi di mercato e non di tipo concessorio, visto che in via Roma fa altrettanto”.
La notizia è emersa nel corso delle comunicazioni del 24 marzo da parte di Reschigna alla Commissione presieduta da Vittorio Barazzotto, durante la quale si esaminavano i disegni di legge nn 83 “Legge Finanziaria per l’anno 2015” e 84 “Bilancio di previsione per l’anno finanziario 2015 e bilancio pluriennale per gli anni finanziari 2015-2017”, per le materie di competenza della Commissione.
Tra le varie voci elencate dall’assessore, anche i 6,5 milioni che la Regione ancora deve ai Comuni come rimborso delle spese elettorali, nonché la questione del personale delle ex Province, che deve essere incorporato dalla Regione. “Si tratta di 7-800 persone e i costi per l’ente non saranno inferiori ai 40 milioni l’anno”. Ha detto Reschigna. Per il primo anno i dipendenti ex Provincia manterranno il loro attuale contratto. (Nella foto, l'attuale sede degli uffici provinciali in corso Inghilterra a Torino).
E’ poi intervenuto l’assessore alle Pari opportunità Monica Cerutti, che ha esposto la situazione finanziaria e le previsioni di investimento di sua competenza.