Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Anno giudiziario e Corecom

Foto del comunicato stampa

Sabato 24 gennaio a Torino, il presidente reggente della Corte d’Appello, Giancarlo Girolami, ha inaugurato l’anno giudiziario piemontese. In occasione di tale evento, le relazioni riguardanti l’attività svolta dagli organi giurisdizionali civili e penali in Piemonte sono state inserite sul sito della Corte d’appello di Torino. Fra queste compare anche il contributo prezioso del Corecom Piemonte grazie all’attività di conciliazione posta in atto nelle vertenze tra cittadini, aziende e società di telefonia, tra gli strumenti alternativi alla giustizia ordinaria per la riduzione del contenzioso nelle aule di tribunale.
Alla cerimonia hanno presenziato, tra le autorità, il presidente del Consiglio regionale Mauro Laus e il presidente del Corecom Bruno Geraci.
“Il continuo incremento a livello nazionale delle domande di conciliazione –commenta Geraci - si conferma anche per il nostro Corecom, che nel 2014 ha ricevuto 5.362 istanze, con un aumento di 542 pratiche rispetto all’anno precedente. Le udienze svolte sono state 4.447, con un esito positivo, ovvero di accordo, nell’83 % dei casi”.
L’attività di conciliazione è stata attivata anche da parte di enti e istituzioni pubbliche. Ad esempio, un Comune del Canavese ha raggiunto un significativo accordo per il quale l’operatore telefonico ha provveduto allo storno delle fatture e al riconoscimento del disagio subito con un indennizzo in denaro. In questo modo, come un qualsiasi utente, una piccola municipalità, che poteva essere messa in crisi da spese telefoniche eccessive non dovute, ha rapidamente e gratuitamente risolto il problema. Anche altri Comuni ed enti, quali il comitato locale della Croce Rossa Italiana e una azienda sanitaria, hanno utilizzato con soddisfazione questo servizio.
“Siamo soddisfatti della collaborazione instaurata con gli uffici giudiziari – conclude Geraci – che risale agli ottimi rapporti allacciati quando la presidenza della Corte d’Appello era affidata al dott. Mario Barbuto, oggi a capo del Dipartimento di organizzazione giudiziaria del ministero, il quale ha più volte sottolineato la positività dell’esperienza piemontese e la volontà di diffonderla come best practice anche ad altre Regioni”.

I fatti in breve

  • Durante l'apertura dell'anno giudiziario in Piemonte è stata citata anche la preziosa attività di conciliazione posta in atto dal Corecom.
  • Nel 2014 il Corecom Piemonte ha ricevuto 5.362 istanze con un aumento di 542 pratiche rispetto all'anno precedente.
  • Le udienze svolte sono state 4.447, con un esito positivo, ovvero di accordo, nell’83 % dei casi.

Dichiarazioni

“Siamo soddisfatti della collaborazione instaurata con gli uffici giudiziari, che risale agli ottimi rapporti allacciati quando la presidenza della Corte d’Appello era affidata al dott. Mario Barbuto, oggi a capo del Dipartimento di organizzazione giudiziaria del ministero, il quale ha più volte sottolineato la positività dell’esperienza piemontese e la volontà di diffonderla come best practice anche ad altre Regioni", commenta Bruno Geraci, presidente del Corecom.

Link associati