Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Museo di Scienze naturali

Foto del comunicato stampa Quando ritornerà visitabile il Museo regionale di Scienze naturali di Torino?
La domanda è sempre d’attualità, giacché l’esplosione di una bombola difettosa dell’impianto antincendio del 3 agosto 2013, ha creato danni ad un inestimabile patrimonio del nostro territorio e il buco dello scoppio non è stato ancora chiuso. La promessa che intende mantenere il Museo ai propri visitatori, non pochi a dire il vero, è di riuscire a riaprire definitivamente entro la primavera 2016.
È quanto è emerso in occasione del sopralluogo effettuato dalla VI Commissione (Beni culturali e Musei), presieduta da Daniele Valle (Pd), mercoledì 21 gennaio, che ha preso visione del cantiere per chiudere il buco dello scoppio.
I ritardi nel circoscrivere il problema stanno mettendo a rischio parte dei reperti che fanno parte della collezione dello storico Museo di via Giolitti.
Tutte le verifiche sinora effettuate - ha spiegato l’assessore alla Cultura Antonella Parigi, intervenendo al sopralluogo e già relatrice lo scorso 7 gennaio con una comunicazione alla stessa alla seduta Commissione - hanno evidenziato numerose criticità sulla sicurezza, che verranno tutte affrontate.
Secondo Parigi andrà comunque ripensato il compito di questo soggetto museale e il suo ruolo, aprendo anche eventualmente un dialogo con i privati.
Sull’argomento l’assessore ha annunciato la sua intenzione di formulare una proposta alla Giunta che, se approvata, verrà sottoposta alla Commissione.

mbocchio