Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Istituita la Commissione per la legalità


Foto del comunicato stampa

Il Consiglio regionale a larga maggioranza ha approvato oggi la mozione, presentata dal Movimento 5 Stelle e sottoscritta da quasi tutte le forze politiche presenti in Aula, che istituisce nuovamente la “Commissione per la promozione della cultura della legalità e il contrasto dei fenomeni mafiosi”.
La Commissione, nata nel luglio 2013, è decaduta dalla sue funzioni in maniera automatica al termine della precedente legislatura.
Nella mozione si chiede anche di apportare una modifica allo Statuto della Regione Piemonte e al Regolamento del Consiglio regionale in modo che questa Commissione sia istituita in maniera permanente.

La cosiddetta “Commissione Antimafia” opera in stretto contatto con l’Osservatorio regionale sul fenomeno dell’usura. L’Osservatorio è composto da membri interni ed esterni del Consiglio regionale (rappresentanti della Magistratura, dell’Università, delle Forze dell’Ordine e della Terzo settore), nominati dal Consiglio stesso con il compito di monitorare il fenomeno della corruzione e le infiltrazioni mafiose nell’attività pubblica e vigilare sul rispetto delle procedure degli appalti pubblici. Inoltre l’Osservatorio svolge una attività di promozione della cultura della legalità in collaborazione con le scuole.

In aula la mozione è stata presentata dalla consigliera Francesca Frediani del Movimento 5 Stelle e dalla consigliera Nadia Conticelli del Partito Democratico.

 

I fatti in breve

  • Istituita la Commissione antimafia
  • Era scaduta alla fine della precedente legislatura
  • Vigila su corruzione, appalti, rispetto della legalità nelle attività pubbliche

Dichiarazioni

Francesca Frediani (M5S): Chiediamo che la Commissione diventi permanente".
Nadia Conticelli (Pd): "E' un modo per proseguire il lavoro fatto dalla Commissione Legalità nella scorsa legislatura"


Contatti

0115757319… Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Seguici su twitter @crpiemonte
Seguici su facebook @crpiemonte