Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Annuncio in I Commissione

Foto del comunicato stampa
“Con il piano industriale Ipla 2.0 intendiamo coniugare ad un’esigenza indifferibile di risparmio e razionalizzazione la salvaguardia dei posti di lavoro e delle professionalità presenti, obiettivo che rappresenta in questo particolare momento storico la prima missione di un’amministrazione pubblica responsabile”, è quanto ha annunciato l’assessore ai rapporti con le società a partecipazione regionale Agostino Ghiglia durante la seduta della I Commissione del 28 marzo 2014.
La convocazione era stata richiesta dalla consigliera Monica Cerutti (Sel) a seguito di numerose manifestazioni dei lavoratori dell’Istituto per le piante da legno e l’ambiente interessato da interventi di razionalizzazione imposti dalla spending review.
“L’Ipla è una realtà fondamentale per il nostro territorio e come Giunta abbiamo previsto una programmazione che delinei un futuro dell’istituto. Si è reso necessario il ricorso alla cassa integrazione in deroga, ma è in fase di ultimazione nella sua formulazione analitica il progetto di ristrutturazione aziendale e di rilancio, che dovrà anche normalizzare l’aspetto occupazionale”, ancora Ghiglia.
Il riassetto dell’organico e la tutela dell’occupazione prevederà la gestione del fondo risorse per l’uscita incentivata dei dipendenti (prepensionamenti e adesioni volontarie), il programma di ricollocazione del personale (gli operai nelle squadre forestali, i tecnici di interesse della Direzione agricoltura presso la Fondazione Creso, mobilità del personale tra le società partecipate con coinvolgimento del Comune di Torino).
È poi prevista una nuova mission che individuerà il posizionamento sul mercato con azioni di marketing e produzione di servizi per Regioni, Enti locali e soggetti privati, dando particolare risalto all’ambiente, allo sviluppo sostenibile, alla filiera bosco-legno-energie e al territorio (vivai regionali e sviluppo delle vocazioni tartufigene).

mbocchio