Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Prosegue l'iter del ddl sull'Urbanistica

Foto del comunicato stampaL’ Aula di Palazzo Lascaris ha proseguito l’esame del ddl di riforma della legge urbanistica.
Nelle sedute di martedì 16 e mercoledì 17 ottobre è stato approvato l’articolo 5 e sono stati illustrati gli emendamenti all’art.6 del disegno di legge.
Proprio l’articolo 6 ha generato un ampio dibattito, in quanto riguarda le pianificazioni territoriale e paesaggistica.
Sono 80 gli emendamenti presentati per modificare l’articolo 6, tutti a firma dei rappresentanti dei gruppi di minoranza.
Nello specifico, il problema sollevato è quello delle varianti parziali che la Giunta vorrebbe ampliare mentre l’opposizione ha espresso le proprie riserve, in quanto offrirebbero sempre più la possibilità di trasformazione e cementificazione delle aree agricole.
Inoltre, come sottolineato in particolare dal consigliere Andrea Buquicchio (Idv), potrebbe diventare più facile l’infiltrazione della criminalità organizzata.
L’assessore all’Urbanistica Ugo Cavallera, proprio mentre era in corso la votazione degli emendamenti, ha chiesto al presidente del Consiglio regionale Valerio Cattaneo di sospendere i lavori per ricercare un punto di mediazione con i presentatori degli emendamenti stessi.
Il Consiglio regionale ha avuto infine modo di approvare all’unanimità l’ordine del giorno, prima firmataria la consigliera Eleonora Artesio (Fds), intitolato “Sciopero della fame malati di Sla”, che invita la Regione Piemonte a promuovere un incontro con la rappresentanza delle associazioni per concordare la prosecuzione e l’estensione delle prestazioni e dei servizi domiciliari alle persone affette da questa grave patologia.

mbocchio