Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Delegazione sindacale a Palazzo Lascaris

Foto del comunicato stampa Il 9 giugno il vicepresidente del Consiglio regionale Roberto Placido ha ricevuto una delegazione sindacale di rappresentanti degli operatori delle cooperative scolastiche che, dopo il fallimento del tavolo tecnico nazionale, dal 10 giugno resteranno senza lavoro.
Gabriella Semeraro di Fp-Cgil, Franco Grasso di Uil Fpl Piemonte e Marco Prina di Filcams-Cgil Torino hanno chiesto che sia la Regione Piemonte a istituire un tavolo di crisi, dal momento che i tagli all’istruzione hanno portato alla diminuzione del 25% del personale di pulizia e di sorveglianza, che conta circa 1.000 unità ed è composto per il 45-50% da ‘soggetti svantaggiati’ che da domani resteranno a casa, ricadendo economicamente sui servizi sociali.
Il vicepresidente Placido ha assicurato che il Consiglio regionale potrà occuparsi della questione all’interno della Commissione Istruzione o direttamente attraverso atti di indirizzo, sottolineando che “le cooperative sono un’unica grande azienda divisa in tante realtà e come una grande azienda andrebbero trattate”.
All’incontro erano presenti, tra gli altri, i consiglieri regionali  Aldo Reschigna, Rocchino Muliere, Gianna Pentenero (PD),  Giovanni Negro (UDC), Eleonora Artesio (FdS), Michele Dell’Utri (Moderati), e - in rappresentanza dell’Assessorato all’Istruzione - il direttore regionale di Istruzione, formazione professionale e lavoro Paola Casagrande.