Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Sanità, ricevuta delegazione Cgil

Foto del comunicato stampa Il 15 febbraio, nella Sala Viglione di Palazzo Lascaris, una delegazione della Cgil Piemonte è stata ricevuta dall’Ufficio di presidenza - rappresentato dal vicepresidente dell’Assemblea Roberto Placido - e dall’assessore regionale alla Sanità Caterina Ferrero, oltre a numerosi consiglieri presenti.
La delegazione, guidata da Alberto Tomasso (Segretario Generale), Laura Seidita (Segreteria regionale), Vincenzo Di Leo (Funzione Pubblica) e Giovanna Salmoirago (Spi-Cgil) ha illustrato le preoccupazioni del sindacato per i problemi della Sanità, legate in particolar modo ai tagli sull’assistenza e sul personale.
“Chiediamo alla Giunta regionale – ha spiegato la delegazione – di approfondire con serietà e saggezza tutte le questioni, con il coinvolgimento delle parti sociali. I tagli previsti, di circa 400 milioni di euro, colpiscono duramente tutte le persone con problemi di autosufficienza, fasce deboli e giovani colpiti da handicap. Siamo inoltre preoccupati per il funzionamento delle strutture e dei servizi a causa del blocco delle assunzioni per il personale generale e sanitario”.
L’assessore Ferrero ha assicurato che “non è intenzione della Giunta procedere contro la realtà operativa. Il sistema non è più in grado di rispondere ai vincoli finanziari richiesti e per questo motivo è necessario un contenimento della spesa. Anche l’incremento del personale è stato superiore ai parametri richiesti. Abbiamo consapevolezza delle criticità, ma il piano di rientro ci obbliga anche a comprimere le occasioni di confronto con le parti sociali”.