Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Cinema e Risorgimento per le scuole

Foto del comunicato stampa Il libro Cinema e Risorgimento, realizzato in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, verrà inviato – a cura del Comitato Resistenza e Costituzione del Consiglio regionale del Piemonte – a tutte le scuole medie superiori ed alle biblioteche della regione.
Il volume fa pare della collana I diritti di tutti. Cinema e società civile - promossa dal Consiglio Regionale del Piemonte, curata dall'Aiace e edita dalla Celid - nata nel 2000 e giunta all’undicesima pubblicazione.
Una collana rivolta in particolar modo al mondo della scuola, con l'intento di riflettere e far riflettere sui valori e sui principi enunciati nella Costituzione italiana, attraverso uno strumento specifico che fornisce l'analisi di vari testi filmici opportunamente scelti e catalogati.
In Cinema e Risorgimento si riflette sui molteplici aspetti e volti del periodo risorgimentale prendendo in esame un nutrito numero di pellicole realizzate nell'arco di otto decenni, dagli anni Trenta ai giorni nostri, che consentono di affrontare una riflessione critica sul tema trattato a partire da punti di vista e prospettive differenti.
Le quindici pellicole analizzate si riferiscono a famosi film dedicati dai maggiori registi italiani al tema del Risorgimento e vanno da “1860”, girato nel 1933 da Alessandro Blasetti fino a “Noi credevamo” di Mario Martone, uscito nella sale lo scorso anno. Tra i titoli ci sono anche “Senso” e “Il Gattopardo” di Luchino Visconti, “Viva l’Italia!” di Roberto Rossellini, “Nell’anno del Signore” di Luigi Magni e “Bronte” di Florestano Vancini, solo per citarne alcuni. Altri otto film sono segnalati con una breve filmografia commentata.
Con la convinzione che il cinema rappresenti uno dei mezzi più efficaci per raggiungere i giovani, la collana I diritti di tutti (a cura di Sara Cortellazzo e Massimo Quaglia), proprio in virtù dell'universalità dei temi affrontati, risponde alla necessità di creare una coscienza più attenta ai temi della cultura della convivenza, del pluralismo e della tolleranza.