Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Foto del comunicato stampa La I Commissione permanente, presidente Angelo Burzi, ha approvato in sede legislativa all’unanimità dei votanti il ddl n. 314 che modifica la l.r. n. 11/2012 del 28 settembre che scioglie le Comunità Montane.
Le modifiche legislative consentono la continuità della erogazione dei servizi ai cittadini e il rapido passaggio del necessario personale degli enti venuti meno ai comuni erogatori.
Con un emendamento di Giunta è stata inserita una precisazione in merito all’esazione connessa al Fondo regionale per la montagna mentre, un altro emendamento approvato e presentato dal gruppo di Progett’Azione, ha abbreviato i termini delle procedure di liquidazione delle Comunità Montane.
Durante la votazione il centrosinistra e il gruppo del Movimento 5 Stelle hanno garantito la presenza.
La III Commissione permanente, presidente Gian Luca Vignale, sempre in sede legislativa, ha poi approvato all’unanimità dei votanti il ddl denominato “Ulteriori modifiche alla legge regionale 12 novembre 1999, n. 28”, che disciplina, sviluppa ed incentiva il commercio in Piemonte.
Il testo votato adegua la vigente legge n. 28 alla recente approvazione della delibera di riforma del commercio. Come ha sottolineato l’ assessore al Commercio William Casoni, sono state ulteriormente rafforzate le norme che tutelano in maniera specifica il commercio ed i commercianti di prossimità, senza dimenticare la disposizione secondo la quale la grande distribuzione d’ora in poi dovrà ottenere un parere positivo per il suo insediamento da tutte e tre gli enti preposti, ossia Regione, Provincia e Comune.
In particolare è prevista un’ulteriore disciplina per quanto riguarda gli outlet, per evitare che fuorvianti informazioni pubblicitarie possano indurre il consumatore ad incauti acquisti, oppure che gli stessi possano caratterizzare una scorretta concorrenza rispetto al commercio tradizionale.

mbocchio

abruno