Nell’anno di Torino Capitale dello sport 2015, il Consiglio regionale del Piemonte ha istituito gli Stati generali dello sport, quale sede istituzionale di confronto con i soggetti rappresentativi della collettività piemontese in ambito sportivo, al fine di costruire uno spazio di approfondimento di carattere tecnico e scientifico dal quale emergano proposte e nuove iniziative. L’obiettivo prioritario è quello di promuovere e sostenere i valori dello sport, quale strumento di tutela e prevenzione della salute pubblica e di contenimento della spesa sanitaria legata al progressivo invecchiamento della popolazione. In particolare, gli Stati generali nei prossimi tre anni avranno il compito di porre l’attenzione su alcuni temi come: lo stile di vita e la cultura di una corretta e sana alimentazione; la promozione con metodi scientifici della pratica sportiva scolastica ed extrascolastica; il contrasto dei fenomeni degenerativi quali il “drop-out”, la “sedentarietà”, il “doping” e la “precocità agonistica”; le metodologie per facilitare l’accesso alle attività sportive per le fasce deboli della popolazione. Gli Stati generali si avvarranno delle collaborazione delle istituzioni e dei rappresentanti del mondo sportivo piemontese, per promuovere una sana cultura dello sport non solo tra i bambini, ma anche tra gli adulti che troppo spesso non dedicano abbastanza tempo ad una salutare pratica sportiva. In questa direzione, quindi, gli Stati generali promuoveranno ed organizzeranno eventi, iniziative e progetti.