Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Il Difensore Civico è un’Autorità indipendente della Regione Piemonte

L'istituto ha la sua origine nell'ordinamento scandinavo dove assume il termine di Ombudsman ed è stato introdotto nella quasi totalità delle Regioni italiane.

L’ufficio del Difensore Civico, organismo tipico di uno stato moderno, esercita un controllo sul buon andamento dell’attività amministrativa.

Il Difensore civico, valutata la fondatezza del reclamo, interviene nel chiedere conto all’amministrazione del suo operato, contribuendo a migliorare la relazione fra cittadini ed istituzioni.

Il Difensore civico svolge altresì la funzione di Garante per il diritto alla salute, nell’esercizio della quale è chiamato a verificare che venga soddisfatto dall’Amministrazione l’interesse alla qualità, all’efficienza e al buon funzionamento dei servizi apprestati dal sistema sanitario regionale, ivi compresi quelli erogati da privati in regime di convenzione (art.2 comma 4 bis della legge regionale 9 dicembre 1981, n. 50)

Il Difensore Civico della Regione Piemonte è l'avv. Augusto Fierro - curriculum vitae

Difensore civico

Il Difensore civico:

  • È un cittadino italiano, eletto dal Consiglio regionale, come previsto dalla L.R. n. 50 del 1981 e sue modifiche.
  • Esperto in materia giuridica, autonomo ed indipendente nell'esercizio delle sue funzioni, non è soggetto ad alcun controllo.
  • È nominato dal Consiglio regionale ogni 3 anni e può essere riconfermato per una sola volta.
  • Presenta una relazione annuale al Consiglio regionale ed al Parlamento con proposte per migliorare il funzionamento delle istituzioni.