La Consulta femminile del Piemonte, è stata istituita con Deliberazione del Consiglio Regionale n. 59 del 1976 quale organismo permanente di consultazione del Consiglio Regionale sulle tematiche di interesse femminile.
La Consulta per la sua attività si avvale dei mezzi e del personale messi a disposizione dall'Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale
La Consulta femminile del Piemonte opera con:

  • la Presidente coadiuvata dall'Ufficio di Presidenza, composto, oltrechè dalla Presidente stessa, anche da due vice-Presidenti e da due Segretarie. Nell'Ufficio di Presidenza è assicurata la rappresentanza delle Associazioni e dei Partiti.
  • l'Assemblea, composta dalle Consigliere Regionali, dalle rappresentanti dei movimenti femminili dei partiti, delle organizzazioni sindacali, delle organizzazioni di categoria, delle associazioni femminili operanti sul territorio regionale da più di due anni, che abbiano come scopo preminente, nelle Statuto e nelle attività, il pieno inserimento della donna nella società e che abbiano richiesto di farne parte;
  • i Gruppi di Studio costituiti sui singoli specifici argomenti di interesse femminile di cui la Consulta si occupa. Dei gruppi di studio possono far parte anche esperte che non rivestano la carica di consultrici.

Normativa

Composizione

Composizione Ufficio di Presidenza

Presidente

  • Cinzia PECCHIO ( AIDDA)

Vicepresidenti

  • Marilena BAUDUCCO ( FORZA ITALIA)
  • Alessandra PARIGI ( YWCA-UCDG)
Segretarie:
  • Santa Pantano (CISL)
  • Graziella CAMURATI ( FIDAPA)

Composizione Consulta femminile X legislatura