Pagina 55 - Notizie

53
Non poche le società sportive storiche al di fuori delle
discipline del calcio, ciclismo e pallone elastico, ecco
alcuni esempi.
Hockey Novara
Nel 1924 venne fondato l’Hockey Vittoria Novara, dal
febbraio 1926 semplicemente Hockey Novara. Il nome
originario trae spunto dalla prima pista di gioco, una
sala da ballo all’interno del Cinema Vittoria. Tra i “pio-
nieri” c’è la leggenda Lino Grassi che difenderà la porta
azzurra fino al 1953, vincendo i primi dieci scudetti. Nel
1969
con l’avvento alla presidenza di Santino Tarantola
viene costruito anche il nuovo palazzetto per l’hockey pi-
sta in viale Kennedy. Comincia anche l’assalto alla Coppa
dei Campioni che sfuma per due volte in finale. L’ultimo
grande Hockey Novara nasce nel 1984 quando Luciano
Ubezio rileva la società che arriva a 12 tricolori e 3 Cop-
pe Cers, pur con il rimpianto per altre due finali di Cop-
pa Campioni perse ed il dolore per la tragica morte di
Stefano Dal Lago nel settembre 1988. In bacheca ci sono
anche 20 Coppe Italia per un palmares ineguagliabile.
Dopo la conquista del trentaduesimo scudetto Ubezio la-
scia una società in difficoltà al torinese Massimo Rapet-
to. Attualmente, il tempo dei trionfi sembra lontano ma
la leggenda può continuare per ritornare protagonisti in
Italia ed in Europa.
Armida
Originariamente denominata “Mek-Mek”, la canottieri,
nasce dalla fusione con i Flik-Flok nel 1869 e il 25 febbra-
io 1874 muta definitivamente il nome sociale in “Armi-
da”. Nel 1888 l’Armida contribuisce con altre società to-
rinesi alla creazione del “Rowing club italiano”, l’attuale
Federazione italiana canottaggio, e vengono bandite le
prime regate nazionali e internazionali e poi ancora una
fusione con la Canottieri Torino nel 1892. L’Armida ha
conquistato 82 titoli di Campione d’Italia, suddivisi nelle
varie categorie. Due partecipazioni olimpiche, a Berlino
1936
e Roma 1960 e due titoli mondiali, ad Amsterdam
2005
e ad Eton 2006. Nel 1967 l’Armida venne insignita
della Stella d’Oro al merito sportivo del Coni, consegna-
ta dal Presidente della Repubblica Giuseppe Saragat che
fu canottiere dell’Armida. Dal 2005 l’Armida è affiliata
all’Adaptive rowing italiano. L’Armida, che è socio bene-
merito della Società Dante Alighieri, del Club alpino ita-
liano e della Croce rossa italiana, è anche socio fondato-
re dell’Unasci (Società centenarie) e dell’International
rowing club 1869 (che riunisce le società nel mondo nate
nel 1869).
Cerea
La Reale società canottieri Cerea venne fondata a Torino
nel 1863 ed è stata co-fondatrice nel 1888, sempre a To-
rino, della Federazione italiana di canottaggio e, succes-
sivamente, ancora a Torino, nel 1892, della Fédération
internationale des Sociétés d’Aviron (Fisa). Il nome “Ce-
rea” deriva dall’espressione dialettale torinese di saluto,
utilizzata dagli appassionati di voga, quando si incrocia-
vano sul fiume Po. L’attuale sede è ospitata nello stesso
e caratteristico “chalet” che fu costruito 140 anni fa in
sostituzione della tettoia del barcaiolo di Casa Reale, sul-
la sponda sinistra del Po, restaurata nel 2009. Nel 2008
la Cerea è stata insignita del “Collare d’Oro al merito
sportivo”, massima onorificenza per le società sportive
ultracentenarie già premiate con la Stella d’Oro.
Dalla ginnastica al golf,
la ricca tradizione sportiva
L’Hockey Novara campione d’Italia
nella pagina a lato: Giovanni Brunero vince il Giro del Piemonte del 1921,
a fianco uno scatto di Godio in azione