Pagina 19 - Notizie

17
Stare sotto” i cinquemila abitanti, senza subire penaliz-
zazioni da spopolamento, da povertà e da densità insuffi-
ciente, corrisponde allora a una forma di organizzazione
dello spazio rurale in grado di offrire buoni servizi di
base ai suoi abitanti (e agli ospiti) e di offrire ai comuni
minori un riferimento come piccolo capoluogo rurale, e
tanto più efficace quanto più si è in presenza di sistemi
locali che funzionano bene nello scambio tra residenza,
lavoro e servizi e sono in grado di compensare le ridotte
dimensioni dei singoli comuni con buone condizioni di
o rarefazione che li limitano, con 455.996 abitanti (e
una densità di 167,5 ab/kmq) nei primi contro 865.088
(
densità 50,3) nei secondi. Primi e secondi che assieme
gestiscono l’88,8% del territorio regionale. Naturalmen-
te alcuni dei piccoli comuni “che tengono” sono ricom-
presi nei territori più urbanizzati (è il caso di Caselette,
Piobesi Torinese, Riva presso Chieri, Rosta, San Carlo
Canavese, San Francesco al Campo, San Gillio, Villarbas-
se, Villastellone, nella corona metropolitana torinese) e
hanno pressioni forti dalle diverse domande insediative
urbane: il loro compito è quello di difendere lo
spazio rurale assieme alle loro identità.
Altri (si può pensare a Bene Vagienna, Cara-
magna Piemonte, Carrù, Castagneto, Ceresole
Alba, Diano d’Alba, Dogliani, Govone, Guare-
ne, la Morra, Montà, Narzole, Neive, Santa Vit-
toria d’Alba, Santo Stefano Belbo, Sommariva
Perno, Castagnole delle Lanze, Castell’Alfero,
Castelnuovo Don Bosco, Moncalvo nell’area
delle Langhe e del Monferrato) si dispongo-
no in sistemi rurali ben organizzati e integrati
con capoluoghi efficienti. Altri ancora se ne
potranno aggiungere alla lista dei recapiti ef-
ficienti; piccoli comuni che ancora vivono in
situazioni marginali (emblematico il caso di
piccole città di montagna entro contesti terri-
toriali critici, come Garessio e Ormea nell’Alta
Val Tanaro) ma che hanno nella propria storia
e nel proprio patrimonio risorse per rendere
reversibile il loro declino o che trovano in ca-
poluoghi più abitati (come Ceva, la più al sud,
e come Domodossola, la più al nord) i recapiti
prossimi efficienti che consentono di ritrovare
il senso di un’azione di governo (nazionale) ba-
sata sull’attivazione e animazione delle realtà
locali, di chi le abita e le frequenta, producen-
do identità e coesione. Come produrre innova-
zione sociale ed istituzionale? Forse un Uncem
nuovo che si proponga in un ruolo di promo-
tore di sistemi rurali, montani e no, può essere
la risposta che manca al nostro paese? Paese
che per troppo tempo ha confuso ruralità con
arretratezza e marginalità e non come comple-
tamento fondamentale nei suoi stili e modi di
vita. Forse la Regione potrebbe scegliere pro-
prio il sistema di Ceva e di Domodossola emble-
matici nella forte criticità ma dotati di risorse
naturali, urbane e infrastrutturali, come campioni da
offrire alle sperimentazioni in corso sulle politiche di
coesione e di sviluppo sostenibile.
n
accessibilità e con un potenziale economico (e un tes-
suto imprenditoriale) capace di far fronte alle esigenze
della manutenzione del territorio. In Piemonte sono
132
i piccoli comuni con minori criticità contro i 939
che hanno problemi dimensionali o valori di ricchezza
Comuni “minimi”:
comuni con popolazione al 2006
inferiore
a 2.000 abitanti
Comuni assimilabili a minimi perché “a basso reddito”
(
comuni con Pil al 2001 inferiore a quello di un comune di 2.000
abitanti con Pil pro-capite = media nazionale)
Comuni assimilabili a minimi perché “spopolati”
(
comuni con meno di 15.000 abitanti e densità inferiore
a 50ab/kmq)
Altri comuni
Ambito dei comuni montani
totale
Piemonte
N° Comuni
862
73
5
266
1.206
Popolazione
666.983
191.385
15.757
3.587.210
4.457.335
Superficie
15.067.2
1.675.2
499.38
8.160.7
25.402
Densità
44.0
114.2
31.6
439.6
175.5
totale
Italia
N° Comuni
3.578
1.152
105
3.266
8.101
Popolazione
3.454.438
3.421.372
362.653
51.891.041
59.129.504
Superficie
85.328.5
46.381.4
12.399.0
157.227.2
301.336.0
Densità
40
74
29
330
196
Piccoli Comuni
(
e assimilabili)
*
Caire - Cooperativa architetti ingegneri